A Pozzuoli la Dimora Marigold con i suoi incontri informativi dimostra che la Residenza Assistita è da preferire alla tradizionale casa

Campania Felix

29/10/2018

63 visualizzazioni

(di Luise Enzo) Sì è tenuto il 27.10.2018 presto la Dimora Marigold di Pozzuoli (Residenza Sanitaria Assistenziale) il secondo incontro su un progetto di tecnologia applicato benessere degli ospiti.
Sono intervenuti: M. Aracri, il quale nel ringraziare i partecipanti ha evidenziato il ruolo della struttura sanitaria sul territorio locale. Inoltre, alle nuove tecnologie il bisogno di soddisfare le esigenze degli ospiti attraverso una costante osservazione. M. Di Iorio ha evidenziato la RSA è impegnata su temi sensibili come la salute degli ospiti. Nel suo intervento ho messo in evidenza il Concetto di Assorbenza. Il pubblico è in di assolvere ed erogare ciò che offre il privato? E. Romanelli ha illustrato nel dettaglio il progetto di “Softwareuno” di cui si avvarrà la struttura Marigold. Il relatore ha evidenziato che è la prima struttura in Campania a sperimentare un Software per seguire con attenzione gli ospiti della dimora. Attraverso una cablaggio in rete e con l’utilizzo di tablet è possibile seguire l’ospite in tutte le sue necessità.
F. Zanatta vice – sindacato ed ass.re all’ambiente del Comune di Pozzuoli ha espresso parole di orgoglio per questa meravigliosa struttura. Peccato che sul territorio vi sono poche ed inefficace e poco sensibili alle esigenze del malato – ospiti. Amore ed affetto degli operatori sanitari aiutano più di una medicina. M. Leone scettico all’inizio, oggi convinto assertore del ruolo regionale della Dimora Marigold. Questa struttura ha superato ogni aspettativa: dall’accoglienza alle tecnologie.

Comments

comments

Condivi il post su: