Afragola apre un Centro Antiviolenza sulle Donne

Campania Felix

18/10/2016

569 visualizzazioni

AFRAGOLA, AL VIA IL CENTRO ANTIVIOLENZA SULLE DONNE

Altro traguardo raggiunto nell’ambito delle politiche sociali. Lo scorso Lunedì si è dato via al Centro Antiviolenza per le donne, che inizierà le sue attività dal prossimo Lunedì.

Il Centro sarà aperto sia sul territorio afragolese che su quello di Caivano per un totale di 6 giorni a settimana e sarà gestito dal Consorzio di Cooperative Sociali “Terzo Settore”, realtà affermata nel mondo del contrasto alla violenza di genere poiché è impegnato in questo ambito dal 2010 e ad oggi conta più di 10 centri antiviolenza attivi ( www.sportellolilith.it ).

Attraverso la prima accoglienza ed un numero verde attivo H24, le donne potranno beneficiare gratuitamente di counseling psicologico, assistenza legale ed orientamento al lavoro. Assicurerà tutela e sostegno a tutte le donne, ed a tutte le persone vittime di violenza. Il progetto sarà articolato in quattro fasi suddivise nell’arco temporale dei 12 mesi, inoltre, saranno numerosi i servizi attivi tra cui gruppi di auto-aiuto e percorsi di sensibilizzazione rivolti alla cittadinanza ed alle scuole.

Un servizio essenziale che vede il Comune di Afragola protagonista nel sostegno alle donne che non devono essere considerate un “soggetto debole” ma bensì una risorsa importantissima per i nostri territori, risorsa che deve essere assolutamente sostenuta nei suoi percorsi di autodeterminazione e fuori uscita dalla violenza.

“Siamo soddisfatti di aver, finalmente, aperto un centro sul territorio afragolese per il contrasto alla violenza sulle donne. – commenta l’assessore alle politiche sociali Giovanni Giglio – Un servizio stabile e sempre accessibile alla cittadinanza, al fine di arginare i fatti incresciosi di violenza nei confronti delle donne siti in un difficile contesto socio-economico. Un progetto di prevenzione fondamentale per la nostra comunità perché solo imparando a riconoscere la violenza, in tutti i suoi aspetti, e prendendo le giuste precauzioni per prevenirla, potremo forse un giorno sperare di argine questa piaga sociale. Stiamo lavorando all’interesse della comunità preoccupandoci di risolvere le criticità ereditate dalla precedente amministrazione, per condurle nel giusto alveo della legale e trasparente azione amministrativa scendendo in campo con azioni di prevenzione e monitoraggio di casi a rischio”.

Comments

comments

Condivi il post su: