AVVOCATI UNITI: L’Avv. Mallardo e la sua maggioranza chiedono la convocazione del consiglio al consigliere Avv. Anna Maisto

Campania Felix

18/02/2019

78 visualizzazioni

(Anna Smimmo) – La convocazione del Consiglio dell’ordine degli Avvocati di Napoli nord, è quello che chiedono gli undici consiglieri della maggioranza di Avvocati Uniti insieme al Presidente Avv. Gianfranco Mallardo

La prassi prevede che spetti al consigliere più anziano, d’iscrizione all’albo e nello specifico all’Avv. Anna Maisto della coalizione di minoranza, la prima convocazione della prima seduta consiliare, tutto questo al fine di iniziare l’attività del neo consiglio, bloccata da quasi 20 giorni per le elezioni iniziate alla fine di gennaio e per il lungo spoglio.

La coalizione guidata dall’Avv. Mallardo ha raccolto undici consiglieri su ventuno che rappresentano la maggioranza del consiglio e che, a norma dell’articolo 28 della legge 31 dicembre 2012, n. 247, bastano per rendere valide le riunioni del consiglio. Così chiaramente indica l’art. 28: Per la validità delle riunioni del consiglio è necessaria la partecipazione della maggioranza dei membri.

E’ opportuno non tardare l’inizio delle attività del consiglio e dare seguito alle numerose richieste che provengono non solo dall’avvocatura di Napoli nord ma anche dai cittadini e che hanno ad oggetto richieste di ammissione al gratuito patrocinio, l’iscrizione di nuovi avvocati e praticanti, il rilascio di nulla osta al trasferimento, anche di avvocati appartenenti ad Enti pubblici, il rilascio di pareri di congruità, il tutto nell’esclusivo interesse della Classe forense.

La lettera con la quale l’Avv. Mallardo ha chiesto la convocazione del consiglio è chiara e precisa e non lascia dubbi a errori d’interpretazione ed equivoci. La tutela dell’Avvocatura di Napoli nord e l’attività del COA, che al momento appare sospesa e senza una guida da parte del consiglio, appaiono essere le priorità e allo stato tutto è nelle mani della consigliera Anna Maisto della coalizione di minoranza guidata dall’Avv. Giuseppe Landolfo.

Si rende necessario ed opportuno mettere fine agli attacchi e alle accuse gratuite ed infondate mosse verso il consiglio uscente e ripartire per garantire una “governabilità” all’Avvocatura di Napoli nord, che deve essere unita a tutela della classe forense. Tutto questo alla luce della proclamazione avvenuta il 15 febbraio per cui è urgente ripartire; 2basta con le polemiche e torniamo a lavorare uniti per l’avvocatura” è questo che invoca la coalizione di maggioranza.

Il tutto alla luce dell’incontro programmato dal Presidente Avv. Mallardo con il Ministro di Giustizia Avv. Bonafede dichiaratosi disposto ad “incontrarmi – queste le parole del Presidente – il prossimo martedì 26 febbraio, per discutere dei problemi del Tribunale di Napoli Nord”. Tale incontro nasce dopo i colloqui tra il Presidente Mallardo ed il Ministro nei mesi precedenti.

Bloccare l’attività del consiglio solo perchè usciti sconfitti dalle elezioni è un errore che Landolfo e la minoranza dovranno spiegare a tutta l’avvocatura, la classe ha deciso e non può essere danneggiata da chi ha perso le elezioni e non ha la maggioranza e cerca di creare confusione e false notizie o illazioni, così come si è letto subito dopo la proclamazione. Ora è il momento di essere uniti e lavorare nell’interesse dell’Avvocatura.

 

 

Questo il testo della lettera inviata all’Avv. Maisto ed al Presidente del CNF

Preg.mo Cons. Avv. Anna Maisto

e p.c. Preg.mo Sig. Presidente del Consiglio Nazionale Forense

Oggetto: Convocazione urgente del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Napoli Nord 

Preg.mo Cons. avv. Anna Maisto,

Ti scrivo nella tua qualità di Consigliere Anziano (per iscrizione all’Albo) del neo eletto Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Napoli Nord al fine di  invitarti a convocare la prima seduta di Consiglio dopo la proclamazione degli eletti per il quadriennio 2019–2022 avvenuta il 15.02.2019, ponendo all’ordine del giorno l’elezione del Presidente, del Segretario e del Tesoriere.

Quale Presidente del Consiglio uscente, ti segnalo l’urgente necessità che il Consiglio diventi operativo al più presto: sono continuamente sollecitate dai Colleghi e dai cittadini istanti la deliberazione sulle richieste di ammissione al gratuito patrocinio, l’iscrizione di nuovi avvocati e praticanti, il rilascio di nulla osta al trasferimento (anche di avvocati appartenenti ad Enti pubblici), il rilascio di pareri di congruità, la decisione su altre iniziative da adottare per la Classe forense. 

E’ evidente che solo dopo l’elezione del nuovo Ufficio di presidenza si potranno convocare nuove riunioni di Consiglio per deliberare in merito alle predette richieste pendenti.

Inoltre, come già ti ho riferito venerdì 15 febbraio, ho ricevuto la disponibilità del Ministro di Giustizia di incontrarmi –nella qualità- il prossimo martedì 26 febbraio, per discutere dei problemi del Tribunale di Napoli Nord.    

Pur potendo rappresentare legittimamente il Consiglio dell’Ordine ai sensi dell’art. 28, comma 7, della L. 247/2012 fino all’insediamento del Consiglio neoeletto, ritengo opportuno che a tale incontro istituzionale partecipi il nuovo Presidente.

Considerato che il mio precedente sollecito a convocare il Consiglio non ha trovato ancora riscontro,  Ti rappresento che io stesso, unitamente agli eletti Consiglieri Rosario Auletta, Maria Dolores Di Micco, Aniello Cirillo, Gianluca Lauro, Rosa Cecere, Clorinda Maisto, Antonia Di Costanzo, Francesco Castaldo, Marco Castaldo ed Elisabetta Anna Russo, vista l’urgenza di procedere all’insediamento del nuovo Consiglio, qualora non dovessi tu provvedere a quanto sopra entro martedì p.v. fissando la seduta non più tardi del 22.02.2019, provvederemo direttamente alla convocazione, non sussistendo comunque alcuna norma che riserva tale prerogativa in capo al consigliere anziano. 

Il Presidente Avv. Gianfranco Mallardo

Comments

comments

Condivi il post su: