BASKET SERIE B-CUORE NAPOLI, COACH PONTICIELLO

Campania Felix

14/03/2017

504 visualizzazioni

BASKET SERIE B-CUORE NAPOLI, COACH PONTICIELLO: “A SCAURI ABBIAMO GIOCATO ABBONDANTEMENTE SOTTO LE NOSTRE POSSIBILITA’. NON POSSIAMO PERMETTERCELO, MA ORA GUARDIAMO AVANTI, SIAMO SEMPRE PRIMI”

di Paolo Amalfi

La squadra del Cuore Napoli Basket, riprendera’ oggi gli allenamenti al Palasport di Casalnuovo, in vista del match casalingo di domenica prossima al PalaBarbuto contro il Patti. Gli azzurri, domenica sera pagando lo stress e la stanchezza della grande vittoria in Coppa Italia (tre partite in tre giorni) e anche la pesante assenza di capitan Maggio, out per un problema ad una caviglia rimediato proprio a Bologna nella finale della competizione tricolore con Orzinuovi, sono stati sconfitti di misura sull’ostico parquet di Scauri, con il punteggio di 76-72. Grazie alla netta vittoria di Palestrina su Valmontone, però, Napoli rimane ancora solitaria al primo posto della graduatoria del girone C, con ben 19 vittorie in 23 partite. Non e’ bastata agli azzurri nel Lazio (63% da 2 e 16 palle perse), l’ottima prova del solito e sempreverde, Visnjic, con 23 punti, con 3/4 da 3, 3 assist distribuiti e 9 rimbalzi catturati: in doppia cifra anche Nikolic e Marzaioli, mentre ben 8 giocatori azzurri sono andati a referto. Coach Ponticiello, analizza cosi’ la sconfitta con i pontini:”Abbiamo giocato abbondantemente al di sotto dei nostri standard, in attacco come in difesa, d’opposto Scauri ha giocato con concretezza e lucidità. La partita, è scorsa tutta su questo binario: da un lato una squadra che ha fatto la partita che voleva e doveva fare, dall’altro un complesso, il nostro, che ha oltremodo faticato ad esprimere il proprio sistema di gioco. Onore e merito quindi ai tirrenici, per noi, invece, non può essere tutto imputabile all’assenza, peraltro importante, di Roberto Maggio. Il Cuore Napoli Basket, ha bisogno di giocare in un certo modo, intenso ed organizzato, di adoperare le armi che gli hanno consentito di fare la stagione che ha fatto finora. Se giochiamo invece a basso livello di intensità difensiva, se regna l’improvvisazione nelle scelte offensive e difensive, in tal senso anche la partita con Cefalù era stata più che esplicativa, diventa tutto più complicato e difficile. Ci esponiamo all’orgoglio ed alle motivazioni di chi affrontiamo. Scauri ha oltremodo meritato il successo, noi invece accumulato tanto materiale per poter riflettere e crescere.Una partita così non possiamo più permettercela, sia nel finale della regular season, sia nei successivi playoff.”Paolo Amalfi

Comments

comments

Condivi il post su: