BASKET SERIE B- PER LA CAPOLISTA CUORE NAPOLI, LA NON FACILE TRASFERTA DI SCAURI.

Campania Felix

12/03/2017

512 visualizzazioni

BASKET SERIE B- PER LA CAPOLISTA CUORE NAPOLI, LA NON FACILE TRASFERTA DI SCAURI. COACH PONTICIELLO: “MATCH IMPORTANTE PER IL NOSTRO FINALE DI STAGIONE REGOLARE. LORO AVRANNO FORTI MOTIVAZIONI.”

di Paolo Amalfi

Ottavo turno del girone di ritorno, del campionato di serie B maschile. Il Cuore Napoli Basket, affronta la non facile trasferta di Scauri alle 18, contro il team locale biancoblu del Basket Scauri, ora in piena zona playoff a 22 punti e reduce dalla vittoria nel recupero infrasettimanale con Teramo. Il team pontino, guidato da coach Sabatino, e’ molto temibile fra le mura amiche, dove ha raccolto la maggior parte dei punti in classifica, ed e’ composto da giocatori di buono spessore tecnico come, i playmaker Richotti e Merella, le guardie Boffelli e l’ultimo arrivato Giammo’, ex Maddaloni, oltre alle ali Markus e Antonietti e al centro di origini moldave, ma di passaporto italiano, Osmatescu. Arbitreranno l’incontro sul parquet del palasport di Scauri, i signori, Bonetti di Ferrara e Bonotto di Ravenna. Il Cuore Napoli Basket, dopo la splendida affermazione in Coppa italia, che ha dato grande entusiasmo a tutto l’ambiente, vuol confermarsi gran protagonista anche nel girone C del campionato di serie B, dove e’ capolista, con ben 19 vittorie in 22 partite disputate: in dubbio la presenza di capitan Maggio (problemi ad una caviglia), fra i dieci azzurri a referto nel match di questo pomeriggio. Coach Ponticiello (nella foto), presenta cosi’ la trasferta pontina: “Quella di Scauri è una tappa estremamente importante del nostro finale di regular season. Il significato di un eventuale successo sarebbe amplificato dallo scontro tra Palestrina e Valmontone. Il confronto si preannuncia però estremamente difficile, i laziali sono reduci da un importante blitz infrasettimanale a Teramo e sono in piena corsa per un posto playoff. Rappresentano un riuscito “mix” tra l’esperienza del duo Richotti/Boffelli e la gioventù del resto dell’organico. Per portare via i due punti, dovremo dimostrarci capaci di fronteggiare le enormi motivazioni del team allenato dal mio amico Renato Sabatino, sempre bravo a presentare compagini dal forte impatto tecnico ed agonistico. Decisivo saper sviluppare al meglio il nostro piano partita, in un campo tradizionalmente ricco di entusiasmo e sostegno per i giocatori di casa.”Paolo Amalfi

Comments

comments

Condivi il post su: