Berlusconi: povertà in Italia è drammatica

Campania Felix

17/07/2017

433 visualizzazioni

Roma, 16 LUG. – “Nei momenti drammatici occorre avere il coraggio di rischiare, di una vera e propria rivoluzione. L’Italia sta facendo passi indietro da molti punti di vista. Sul terreno del mercato e della concorrenza, su quello della disoccupazione, che noi avevamo lasciato due punti sotto la media europea, e che oggi è, al contrario, due punti sopra il livello dell’eurozona. Sul terreno fiscale, il cui livello di imposizione – che noi eravamo riusciti a ridurre al 39%, un risultato certamente parziale e insufficiente – ora è arrivato oltre il 43%. Ma drammatica è soprattutto la povertà, autentica piaga sociale per un paese avanzato come l’Italia. Gli ultimi dati Istat ci obbligano a rivedere in peggio le stime in nostro possesso. Le persone che sono in condizioni di indigenza assoluta, e quindi vivono di sussidi e di elemosine, sono cresciute ancora di 150mila unità, arrivando a 4 milioni 750mila, mentre il totale dei poveri supera i 15 milioni. E’ il 25% degli italiani, uno su quattro. Sono cifre che davvero impressionano. Contro le quali dobbiamo fare davvero una rivoluzione per toglierci di dosso l’oppressione fiscale, l’oppressione burocratica e l’oppressione giudiziaria”.

Lo scrive su Facebook il Presidente di Forza Italia, Silvio Berlusconi, riportando uno stralcio della sua intervista pubblicata oggi su “Il Mattino”.

Comments

comments

Condivi il post su: