CANCELLO ED ARNONE: CONSIGLIO COMUNALE.

Campania Felix

23/10/2018

76 visualizzazioni

Dopo l’approvazione dei verbali della seduta precedente, la Presidentessa del Consiglio Comunale Ersilia Viola apre la seduta pubblica del civico consesso con la lettura dei punti all’ordine del giorno:
1) Approvazione verbali seduta precedente;
2) Linee programmatiche di mandato – Approvazione;
3) Ratifica della delibera di giunta comunale n. 89 del 20.09.2018 ad oggetto: Variazione d’urgenza al Bilancio previsione finanziaria 2018/2020 (art. 175, comma 4 del D. Lgs. N. 267/2000) – Variazione N. 4;
4) Approvazione Regolamento per la toponomastica e la numerazione;
5) Approvazione Regolamento comunale di organizzazione e di accesso al servizio di mensa scolastica. Delibera di Giunta Comunale N. 99 del 11.10.2018 presa d’atto e Approvazione.
Per quanto riguarda le linee programmatiche di mandato è la dott.ssa Parente, vicepresidentessa del consiglio comunale, a prendere la parola. “Sono state tracciate le linee programmatiche del mandato amministrativo 2018/2023 dell’amministrazione comunale, così suddivise: informazione e partecipazione, politiche giovanili, anziani, donne, politiche ambientali, urbanistica e infrastrutture, formazione – sviluppo e occupazione, sanità, istruzione, tasse e tributi, politiche sociali, cultura e spettacolo, sicurezza e territorio, randagismo. Sarà un mandato all’insegna della trasparenza e dell’ascolto delle esigenze dei cittadini; massima attenzione ai problemi quotidiani e ampio respiro all’azione amministrativa. La macchina amministrativa si sta muovendo e si muoverà a 360^”.
Sempre la dott.ssa Parente poi relaziona il punto riguardante l’Approvazione del Regolamento della toponomastica e la numerazione civica. “I procedimenti di denominazione delle aree di circolazione e dell’indicazione della numerazione civica delle abitazioni presenti nel territorio comunale, devono essere opportunamente disciplinate attraverso un apposito regolamento al fine di evitare fraintendimenti o comunque possibili equivoci, ma anche al fine di rendere la nostra toponomastica più omogenea in quanto non esiste nel nostro territorio un aggregato compatto. Il Regolamento è composto da 18 articoli che disciplinano le modalità per l’attribuzione della toponomastica e della numerazione civica. L’obiettivo è quello, ove possibile, di rivisitare in chiave locale la toponomastica del territorio comunale, anche con nomi illustri della nostra cultura o con nomi che rimandano alla storia di quel posto; questo per dare anche un senso dell’orientamento alla persona che si trova nel nostro territorio. Gli atti deliberativi della denominazione saranno di competenza della Giunta su proposta della Commissione consultiva o commissione di studio, che avrà il compito di esaminare ed esprimere dei pareri motivati su tutte le proposte di nuova denominazione o di modifica di denominazione esistente. Questa commissione sarà composta dal sindaco o da un suo delegato, dall’assessore alla cultura, da un consigliere comunale con funzione di presidente e da 10 componenti esterni che saranno cultori della storia e della cultura locale. L’Ente pubblicherà un avviso per accogliere le richieste di adesione e, nel caso in cui queste saranno un numero maggiore di 10, la giunta provvederà ad esaminare le istanze sulla base di requisiti quali l’età e i titoli posseduti”.
La dott.ssa Viola ha poi illustrato il punto riguardante la Ratifica della delibera di Giunta Comunale N. 89 del 20.09.2018 avente ad oggetto “Variazione d’urgenza al bilancio di previsione finanziario 2018/2020 (art. 175 comma 4 del D. Lgs. N. 267/2000) – Variazione N. 4. A tal proposito a dichiarato: “In data 20.09.2018, la Giunta Comunale con deliberazione N. 89 ha apportato al bilancio di previsione finanziario 2018/2020, Variazione di competenza e di cassa, ai sensi dell’art. 175 del D. Lgs. N. 267/2000. Tale Variazione si è resa necessaria perchè i documenti programmatici adottati dalla precedente amministrazione non rispondevano alle reali esigenze di gestione ed alle linee programmatiche dell’attuale amministrazione. Tra le variazioni più significative vi sono stanziamenti per allestire una stalla di sosta per i cani randagi, maggiori fondi per la Protezione Civile, acquisti di libri per la scuola media, ecc. Il revisore dei conti, il dott. Adamo Farinaro, in data 17/10/2018 ha espresso parere favorevole alla suddetta deliberazione della Giunta Comunale”.
Per quanto riguarda l’ultimo punto, Approvazione Regolamento Comunale di organizzazione di accesso al servizio di mensa scolastica – Delibera di Giunta Comunale n. 99 del 11.10.2018 presa d’atto e Approvazione, è l’assessore Di Puorto, assessore alla Pubblica Istruzione, a prendere la parola: “La mensa scolastica è un’esperienza fondamentale per la crescita dei bambini; condividere il pasto rappresenta un momento di socializzazione oltre che uno strumento indispensabile per l’educazione alimentare. Il menù, infatti, viene rilasciato da medici esperti dell’ASL per garantire una promozione di sani stili di vita. A seguito di una serie di segnalazioni circa episodi di autoesclusione di bambini dalla mensa e a causa delle difficoltà economiche delle famiglie, abbiamo deciso di integrare il “Regolamento di organizzazione e di accesso al servizio di mensa scolastica” ritenendo fondamentale che l’accesso alla mensa sia garantita a tutti i bambini, assicurandone la gratuità per le fasce più indigenti. Le condizioni di disagio dovranno essere documentate con apposito modello ISEE e con una relazione dell’Assistente sociale. L’Ente compartecipa al costo del servizio nella misura del 20%”.

Elisa Cacciapuoti
Portavoce Sindaco Raffaele Ambrosca

Comments

comments

Condivi il post su: