CELLOLE/TEANO- “CON IL SILENZIO NON SI COMBATTE LA VIOLENZA”: il messaggio degli alunni dell’ALBERGHIERO DEL MARE.

Campania Felix

18/12/2018

341 visualizzazioni

CELLOLE/TEANO- (Anna SMIMMO)- Hanno lavorato e condiviso, si sono confrontati ed interrogati gli alunni dell’“Alberghiero del Mare” di Cellole su un tema “scottante e delicato” quale è la violenza di genere, la violenza sulle donne. È la scuola che deve formare la coscienza civica dei ragazzi, avvicinarli ai principi costituzionali della nostra Repubblica e fortificarli nei diritti e nei doveri dell’uomo e della donna.

I ragazzi si sono messi in discussione, sviluppando competenze artistiche, creative ed informative per la realizzazione del cortometraggio: “si ama la rosa e ci si dimentica delle sue spine”. Dopo il convegno del 24 novembre 2018 che ha visto impegnate le scuole del territorio di Cellole nel convegno organizzato dall’’Istituto Alberghiero del Mare di Cellole, sezione distaccata dell’ IPSSART di Teano, ed il convegno “ la panchina rossa” tenutosi nell’auditorium di Cellole il 25 novembre 2015, che ha visto tra i relatori anche la sig.ra Clementina IANNIELLO, madre di Veronica ABBATE vittima di femminicidio, prosegue l’impegno di sensibilizzazione nelle scuole.

Il lavoro realizzato dagli alunni dell’Alberghiero del Mare ha ricevuto sabato 15 dicembre il premio letterario dall’Associazione V. E. R. I. di Mondragone X edizione 2018/2019 sezione cortometraggi

💦ALBERGHIERO DEL MARE DI CELLOLE💦Su oltre 400 elaborati, l'Alberghiero di Cellole ha vinto il primo premio della X edizione del premio letterario dell’Associzione mondragonese V.E.R.I.🏆 L'associazione V.E.R.I., destinata alla Rinascita delle donne vittime di violenza, è un intervento sociale che ha voluto la mamma di Veronica Abbate, uccisa nel 2006.👠👠👠👠👠👠👠👠👠👠👠👠👠👠👠👠👠👠👠👠👠

Gepostet von ALBERGHIERO TEANO am Sonntag, 16. Dezember 2018

 

L’associazione V.E.R.I. è impegnata a contrastare ed a sensibilizzare la società sul fenomeno della violenza ai danni delle donne nata da fatti di cronaca a scapito di Veronica Abbate.

 

L’evento coinvolge numerosi studenti e scuole del territorio e ogni anno partecipano con elaborati attinenti nella forma letteraria, in versi, a mezzo espressione pittorica o in forma multimediale. Ai migliori lavori, valutati da una commissione, verranno assegnate delle borse di studio.

Supportati dal profuso impegno delle Alte Professionalità del Corpo Docente, dalla Dirigente Scolastica prof.ssa Annamaria ORSO, che seppur da poco insediatasi, ha dato un’ impronta di apertura ai temi sociali ed al territorio: “l’educazione civica dei giovani studenti nell’ottica di una scuola Agenzia del Territorio”.

Il Sindaco del Comune di Cellole, avv. Cristina COMPASSO, sulla sua pagina di Facebook esprime le sue congratulazioni per il lavoro svolto dai docenti e dagli alunni: “ Congratulazioni vivissime all’Istituto Alberghiero di Cellole… vincitore del premio letterario bandito dall’Associazione V.E.R.I. impegnata da oltre un decennio sul fronte delle donne vittime di violenza, con il contributo speciale di Clementina Ianniello, nostra ospite nel convegno del 25 novembre a Cellole e mamma di Veronica Abbate, uccisa nel 2006 a Mondragone. Complimenti agli alunni, alle professoresse e alla dirigente scolastica per l’ottimo elaborato. “Con il silenzio non si combatte la violenza”.

I docenti e la Dirigente scolastica dell’ipssart di Teano- Cellole hanno espresso i sentiti ringraziamenti al Sindaco: “ A nome di tutta la comunità scolastica ringrazio la Sindaca di Cellole Cristina COMPASSO per l’apprezzamento del nostro operato espletato nell’ambito delle attività di istruzione ed educazione nell’ottica di una scuola intesa come agenzia del territorio”.

 

Comments

comments

Condivi il post su: