Il consigliere Maurizio Orsi (Protagonismo Sociale) si candida a sindaco di Pozzuoli

Campania Felix

09/05/2017

769 visualizzazioni

Il consigliere Maurizio Orsi (Protagonismo Sociale) si candida a sindaco di Pozzuoli: “La mia priorità è garantire il lavoro ai puteolani in tutti gli appalti del Comune”

 

 

Il consigliere comunale Maurizio Orsi è il sesto candidato a sindaco di Pozzuoli per le elezioni amministrative dell’11 giugno. Ad annunciarlo è stato lo stesso esponente della lista civica “Protagonismo Sociale” nel corso di una conferenza stampa.

Orsi, eletto cinque anni fa nella maggioranza del sindaco uscente Vincenzo Figliolia, nei giorni scorsi aveva annunciato la volontà di dare vita ad un’alternativa politica all’attuale coalizione nel caso in cui, come poi si è verificato, a sostegno della ricandidatura del Capo dell’Amministrazione, si fossero schierate anche “Uniti per Pozzuoli” e “Democrazia e Libertà”, le due civiche fondate rispettivamente da Filippo Monaco e Salvatore Maione, consiglieri eletti all’opposizione.

“Nonostante i miei continui e pressanti appelli alla chiarezza, rivolti al sindaco Figliolia, il tavolo di maggioranza non si è più riunito negli ultimi sei mesi –  spiega Orsi ed è stato surrogato da un tavolo di coalizione a cui hanno aderito forze politiche interessate a proporre alla città soltanto un cartello elettorale privo di indirizzi programmatici comuni. La mia candidatura a sindaco nasce proprio dall’esigenza di aggregare trasversalmente chiunque rappresenti un modo di fare politica opposto a quello visto a Pozzuoli negli ultimi trent’anni. E contrastare chi, allargando il proprio schieramento alla quasi totalità dell’opposizione uscita dalle urne nel 2012, non ha fatto altro che creare un grave vuoto istituzionale e dimostrare grande debolezza politica. Non si capisce infatti  – prosegue Maurizio Orsiperché un Sindaco uscente che sostiene di aver lavorato tanto e bene per la città, debba avvertire la necessità di imbarcare nella sua squadra anche gran parte della minoranza. Chi fa una cosa del genere dimostra soltanto di aver paura di perdere le elezioni”.

Quattro le direttrici su cui si sviluppa il programma di Orsi: lavoro, scuola, ambiente e turismo.

Ma il punto cardine della sua azione politica è soprattutto l’emergenza occupazione.

“Avere un città più ordinata e pulita non serve a niente se chi vi risiede o chi vi lavora viene privato della dignità e del futuro – sostiene il candidato sindaco di Protagonismo Sociale Bisogna fare in modo che entrino soldi nelle famiglie puteolane: per raggiungere questo obiettivo introdurremo il vincolo di assunzione per una quota fino al 70% di disoccupati locali nelle aziende che si aggiudicheranno appalti banditi dal Comune di Pozzuoli”.

Si ricorrerà infatti alla cosiddetta “clausola di imponibile manodopera”, un istituto che, come fa sapere l’avvocato Luigi Rossi – presidente e fondatore di Protagonismo Sociale – sei anni fa ha ottenuto il via libera dal Consiglio di Stato e consiste nell’obbligare, chiunque voglia partecipare ad un appalto con il Comune, ad accettare il pre-requisito dell’assunzione di disoccupati e inoccupati del territorio, seguendo un elenco che sarà messo a disposizione dal Municipio sulla base di dati ufficiali.

“Si tratta – osserva Rossi –  dell’unico strumento finora disponibile per far rientrare nelle famiglie di Pozzuoli almeno una parte del fiume di denaro investito dal Comune in opere pubbliche locali”.

“Noi  – conclude Orsi – lottiamo per quello che dobbiamo alla città e per quello in cui crediamo. Questa è la differenza che ci auguriamo possa essere prima o poi compresa dai cittadini. Noi di Protagonismo Sociale non siamo politici o leader, siamo semplicemente l’antipotere”.

 

Ufficio Comunicazione del candidato sindaco Maurizio Orsi

 

 

Comments

comments

Condivi il post su: