Venerdì 27 gennaio dalle 9 e 30 al Teatro Trianon di Napoli la Fondazione Valenzi e l’Associazione ALI  celebreranno il Giorno della Memoria con la consegna delle Stelle di David

Campania Felix

23/01/2017

277 visualizzazioni

Venerdì 27 gennaio dalle 9 e 30 al Teatro Trianon di Napoli, piazza Calenda

Ottava edizione di “Memoriae”

 

Quest’anno il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella ha voluto destinare all’VIII edizione quale suo premio di rappresentanza una medaglia di grande formato.

L’ottava edizione di Memoriæ si svolgerà venerdì 27 Gennaio 2017 dalle ore 9.30 

Al Teatro Trianon di Napoli, piazza Vincenzo Calenda 9, si svolgerà la cerimonia della consegna dei Magen David in oro a:

1.    Marco De Paolis, Procuratore militare della Repubblica di Roma per la sua attività di rappresentante della pubblica accusa, esperto in materia di crimini di guerra della seconda guerra mondiale
(sezione Memoriæ della Shoah);
2.    Corpo Nazionale dei Vigili del fuoco, per l’impegno verso le popolazioni terremotate
(sezione Memoriæ di impegno civile);
3.    (alla memoria di) Giancarlo Siani, giornalista, ucciso dalla camorra il 23 settembre 1985
(sezione Memoriæ delle vittime della criminalità).
Sono previsti intermezzi musicali.
Alcuni istituti scolastici presenteranno lavori degli studenti sul tema.

Il progetto Memoriæ è rivolto a mantenere vivo a Napoli e in Italia il ricordo della Shoah e tenere alta l’attenzione contro ogni forma di razzismo e discriminazione culturale, sociale e politica. Pur svolgendosi nel corso dell’intero anno, in occasione del 27 gennaio viene organizzata la Cerimonia di consegna delle Stelle di David, il riconoscimento viene attribuito a testimoni e vittime della barbarie antisemita, ma anche ad esempi positivi nella lotta attuale alla criminalità organizzata e al perseguimento della legalità.

si segnala inoltre che quest’anno si svolgerà a cura della Fondazione Valenzi a partire dall’8 febbraio un corso di formazione dei docenti di ogni ordine e grado riconosciuto dal MIUR dal titolo “Didattica della Shoah: una pluralità di approcci”, maggiori info sono disponibili sul sito.

Comments

comments

Condivi il post su: