Dietrofront di De Luca sull’asporto, Capasso: “Giusta decisione, ma ora processi condivisi”

Campania Felix

02/05/2020

273 visualizzazioni

“Non posso che esprimere soddisfazione per la decisione del governatore De Luca di modificare l’ordinanza e consentire l’asporto del cibo in Campania: l’ho chiesto io e, come me, moltissimi sindaci oltre che rappresentanti dei commercianti. Tuttavia è bene che da ora venga stabilito un principio: nella cosiddetta fase 2 i processi decisionali vanno condivisi e con essi le responsabilità”. È quanto dichiara il sindaco di Ottaviano Luca Capasso a proposito della scelta del presidente della Regione Campania di consentire l’asporto alle attività gastronomiche della Regione.
Aggiunge Capasso: “L’idea dell’uomo solo al comando poteva andare bene nel periodo più drammatico dell’emergenza, ora è arrivato il momento di responsabilizzare tutti, dai sindaci ai cittadini, passando per gli operatori economici. Nessuno sta dicendo che è finita l’emergenza, anzi: c’è da non abbassare la guardia e da stare molto attenti, ma abbiamo anche il dovere di agire con senso civico per cercare di tornare lentamente alla normalità. Abituiamoci al distanziamento e, soprattutto, chiamiamolo distanziamento fisico e non sociale: le parole sono importanti e la parola “sociale” ha un alto valore simbolico: saremo distanti fisicamente ma socialmente uniti”.
Secondo Capasso è questo l’unico modo per far ripartire l’economia del territorio: “I livelli di garanzia per i cittadini devono essere due: quello sanitario, ma anche quello economico. E tutti devono essere garantiti allo stesso modo: non è pensabile che chi ha sempre ricevuto lo stipendio sia privilegiato rispetto a chi ha dovuto chiudere bottega per colpa di questo virus. Tutti insieme, piano piano, dobbiamo ripartire”

Comments

comments

Condivi il post su: