Fasano (UGL): ANM, Comune di Napoli ha mentito ai sindacati, pronti a ritirare firma da Protocollo.

Campania Felix

02/11/2017

465 visualizzazioni

Napoli, 1 novembre 2017 – “Le dichiarazioni rilasciate alla stampa dall’Assessore ai trasporti Calabrese esprimono un totale cambio di rotta rispetto al futuro dell’ANM, che il Comune intende privatizzare e spacchettare. Cio’ che significa che, fino ad oggi, il sindaco De Magistris e lo stesso assessore Calabrese hanno mentito ai sindacati e ai lavoratori che essi rappresentano attraverso un protocollo di intesa sul futuro di ANM che si sta rivelando un bluff”. E’  quanto afferma Fulvio Fasano Segretario Ugl Autoferrotranvieri  che continua: “a questo punto ci sembra chiaro che il Comune di Napoli intenda spacchettare l’azienda lasciando all’ANM il solo servizio su ferro, privatizzando la gomma, in netto contrasto con  quanto affermato nei continui e lunghi confronti che hanno portato alla sottoscrizione del Protocollo d’intesa che vedeva, invece,  il mantenimento della natura pubblica di ANM quale azienda unitaria di riferimento del trasporto pubblico cittadino”.
“E’ evidente che questo dietro front del Comune di Napoli e la mancata convocazione  dell’assemblea dei soci ANM per il 30 u.s., che avrebbe dovuto recepire il protocollo e avviare l’iter per la ricapitalizzazione dell’azienda, mettono in discussione il lavoro fatto fino ad oggi con i sindacati.  Quindi chiediamo al Comune di Napoli di dire finalmente la verità su ciò che intende fare di ANM e siamo pronti a ritirare la nostra firma dal protocollo se il Comune non manterrà fede agli impegni assunti: la ricapitalizzazione dell’azienda, la tutela dei lavoratori e il mantenimento della unitarietà dei servizi di trasporto in capo ad ANM e la natura totalmente pubblica dell’azienda comunale. Siamo pronti a fare le barricate nel caso in cui il Comune vorrà perseguire un piano teso a regalare ANM o rami di essa a privati sulla pelle dei lavoratori”

Comments

comments

Condivi il post su: