Festival di Musica e Arte Sacra, aprono i Wiener Philarmoniker

Campania Felix

14/09/2019

125 visualizzazioni

(Anna Smimmo)- Dal 14 al 17 settembre oltre 500 musicisti da ogni parte del mondo daranno vita a concerti nelle Basiliche papali e non solo per il XVIII Festival Internazionale di Musica e Arte Sacra, con una dedica a Santa Teresa di Calcutta. L’inaugurazione è affidata ai Wiener Philarmoniker che eseguiranno sabato “Le ultime sette parole di Cristo sulla Croce” di Franz Joseph Haydn.
Un appuntamento di grazia e dialogo tra arti divenuto tradizione. Il Festival di Musica e Arte Sacra è alla sua XVIII edizione, con un programma che davvero farà “toccare il cielo con un dito”, come avverte Hans-Albert Courtial, presidente generale della Fondazione Pro Musica e Arte Sacra, che promuove e organizza la manifestazione. I concerti, aperti a tutti, si terranno, dal 14 al 17 settembre, nelle Basiliche papali di San Pietro, Santa Maria Maggiore, San Paolo fuori le mura e nella Chiesa di Sant’Ignazio di Loyola in Campo Marzio.
La musica sacro-ortodossa sarà il segno del dialogo fra comunità cristiane in occasione dell’appuntamento conclusivo del Festival. Martedì 17 settembre, alle 21, nella Basilica di Santa Maria Maggiore, il Coro festivo maschile del Monastero Danilov di Mosca, diretto da Georgy Safonov, eseguirà musica tramandata attraverso i manoscritti conservati nei monasteri russi e dell’Europa dell’Est e, inoltre, composizioni russe contemporanee, con una proposta che va dunque dal XVI secolo ai giorni nostri.

Comments

comments

Condivi il post su: