IL CONSIGLIO REGIONALE DELLA CAMPANIA HA INIZIATO L’ESAME DEL TESTO UNIFICATO PER LA TUTELA E IL BENESSERE ANIMALI D’AFFEZIONE

Campania Felix

05/02/2019

152 visualizzazioni

Napoli, 5 febbraio 2019 –(Anna Smimmo)-  Il Consiglio Regionale della Campania, presieduto dal vice presidente vicario Tommaso Casillo, ha iniziato l’esame del Testo unificato “Disposizioni volte a promuovere e a tutelare il rispetto e il benessere degli animali d’affezione e prevenire il randagismo”, frutto delle proposte di legge del Presidente della Giunta regionale, Vincenzo De Luca, del Presidente del gruppo “De Luca Presidente”, Carmine De Pascale, e dei consiglieri del Gruppo del Movimento 5 Stelle.
“Con questa legge regionale, si avvia un percorso innovativo e virtuoso per la tutela degli animali d’affezione e di contrasto al randagismo, si prevede l’istituzione della figura del garante degli animali, si costituisce un sistema istituzionale per favorire il benessere degli animali e favorire il loro rapporto con le famiglie” – ha detto De Pascale.
“Il testo è frutto del lavoro di ascolto delle associazioni ed è finalizzato a tutelare gli animali e a garantire i canoni e le caratteristiche a cui i canili devono adeguarsi per il benessere degli animali , si contrasta il randagismo con la sterilizzazione dei cani, si attivano percorsi di adozione anche dei cani con disabilità e si favorisce la giusta cultura del possesso dell’animale, a tutela dell’animale stesso e di terzi, si prevede l’attivazione di un numero verde regionale da contattare in caso di avvistamento di cani randagi, inoltre le associazioni potranno avere accesso alle banche dati degli animali d’affezione e si prevede la norma ‘svuota canili’ – ha spiegato il consigliere Luigi Cirillo (M5S).
“Il 43 per cento della popolazione italiana ha un animale domestico per due miliardi di euro di fatturato e ciò evidenzia il valore sociale ed economico degli animali di affezione – ha aggiunto il consigliere regionale del Pd Antonio Marciano – , con questa legge si colmano lacune legislative, si inseriscono nuove figure professionali per la rieducazione e il recupero degli animali, si fissano i requisiti dei canili e, quindi, si migliora il rapporto uomo-animale. Un lavoro significativo che costituisce una conquista di civiltà”.
“Questa legge si inserisce nel percorso di razionalizzazione in un territorio difficile come il nostro” – ha sottolineato il capogruppo di Campania Libera, Psi, Davvero Verdi, Francesco Emilio Borrelli – che ha aggiunto: “ad essa dovrebbe aggiungersi anche una norma nazionale volta a prevedere il divieto di impiego degli animali negli spettacoli circensi”.
“Questo testo unificato è frutto dell’ottimo lavoro svolto in sinergia con le associazioni del settore ed è un modello di lavoro che andrebbe adottato anche in altre occasioni in quanto partecipativo e positivo” – ha concluso Pasquale Sommese (gruppo misto).
In occasione del voto u uno degli emendamenti presentati, è venuto meno il numero legale, la cui verifica è stata chiesta dai capigruppo di FI, Armando Cesaro, e di “Caldoro Presidente”, Carmine Mocerino.
Nel corso dei lavori, il Consiglio ha anche approvato le Delibere di Giunta regionale per il Bilancio consolidato della Regione Campania per gli anni 2016 e 2017 e due disegni di legge per il riconoscimento della legittimità di altrettanti debiti fuori bilancio.

 

 

Ufficio stampa Regione Campania

Comments

comments

Condivi il post su: