IL CONSOLE ONORARIO DELLA RUSSIA VINCENZO SCHIAVO AL MOSAICO DELLA PACE A PALERMO

Campania Felix

01/06/2019

183 visualizzazioni

Francesco Topo
Il numero uno dell’ufficio consolare a Napoli presente all’inaugurazione di un progetto internazionale: «Uniamo la cultura dei popoli e i rapporti commerciali nel segno della pace».

Si è tenuta in questi giorni la presentazione, a Palermo, nello spazio antistante i giardini della Zisa, del“Mosaico della Pace”, una iniziativa che prevede la realizzazione di un mosaico composto da 1.000 tessere, ognuna delle quali indica un diversa città. Le prime tre tessere sono quelle di Palermo, Beirut ed Istanbul. L’iniziativa ha il supporto dell’Unicef ed è stata promossa da CostaMed, associazione privata che mira alla promozione dei territori attraverso approcci integrati e alla collaborazione fra pubblico e privato. Tra gli invitati c’era anche il Console Onorario della Federazione Russa in Napoli Vincenzo Schiavo, anche Presidente diConfesercenti Interregionale (Campania e Molise). «Per me è stato un onore partecipare ad una iniziativa così importante, che mira a legare sempre più i popoli nel segno della pace. Il nostro consolato da sempre promuove, con la Campania e non solo, gli intrecci culturali, sociali ed economici con la Russia. In Italia il primo tassello è stata Palermo, città crocevia proprio di tante culture, come la nostra Napoli. L’incontro tra nazioni è avviato, con il Consolato  – conclude Vincenzo Schiavo – noi supportiamo sempre le idee lungimiranti e di profilo socio-culturale così importante come questa». All’iniziativa erano presenti, inoltre, il sindaco di Palermo Leoluca Orlando, l’Ambasciatrice del Libano, S. E. Mira Daher e il vice sindaco di Palermo Fabio Giambrone. Ques’ultimo ha presentato anche l’iniziativa dei “Gilet Verdi”, volontari che per conto di CostaMed cureranno lìarea verde nella quale sorgerà il mosaico in funzione anche di “educatori civici” che promuoveranno il rispetto del decoro e la fruizione dell’area.

Comments

comments

Condivi il post su: