Il Sindaco di Giugliano  Antonio Poziello: Giugliano plastic free

Campania Felix

02/09/2019

197 visualizzazioni

 

Plastica monouso al bando a Giugliano. Vietato l’impiego della plastica monouso da parte degli esercizi commerciali. Per i trasgressori sono previste sanzioni che vanno dai 25 ai 500 euro.
Le attività commerciali, artigianali e di somministrazione di alimenti e bevande non potranno distribuire ai clienti posate, piatti, cannucce di plastica, contenitori e sacchetti monouso per la spesa in materiale non biodegradabile.
L’Ordinanza Sindacale 61 del 01 agosto 2019 impone agli esercenti sul territorio comunale, alle attività commerciali, artigianali e di somministrazione di alimenti e bevande di distribuire ai clienti esclusivamente sacchetti da asporto monouso in materiale biodegradabile e compostabile, a decorrere dal 15settembre 2019. È consentito l’utilizzo delle eventuali scorte di sacchetti da asporto monouso in materiale non biodegradabile e non compostabile, giacenti nei magazzini, fino ad esaurimento, con contemporaneo divieto di ulteriori approvvigionamenti di sacchetti non biodegradabili e non compostabili non oltre il 30.09.2019. È vietata, a partire dal 30.09.2019, la vendita e l’utilizzo di sacchetti di colore nero, che non potranno comunque essere utilizzati per conferire rifiuti a partire dal 10.09.2019. È fatto divieto ai titolari delle attività della ristorazione, ricettive e attività similari, nonché gli esercizi commerciali di generi alimentari ed ogni altro esercizio e centro vendita abilitato alla commercializzazione di stoviglie per alimentari l’utilizzo o la distribuzione di “materiale monouso” non biodegradabile e non compostabile, come per esempio:
• posate (forchette, coltelli, cucchiai e bacchette);
• piatti (di qualsiasi forma e dimensione);
• bicchieri (di qualsiasi forma e dimensione);
• buste e/o sacchetti di plastica (di qualsiasi forma e dimensione);
• coppe, coppette, ciotole e ciotoline;
• cannucce,
• mescolatori per bevande;
• aste per palloncini;
• bastoncini cotonali cotton fioc.
L’ utilizzo o la distribuzione degli articoli di cui al precedente elenco è consentita sino ad esaurimento delle eventuali scorte giacenti sui punti vendita al dettaglio al momento dell’ entrata in vigore dell’Ordinanza.
C’è una deroga fino al 30.10.2019 per le sole mense scolastiche ed ospedaliere, al fine di completare l’adeguamento delle attrezzature di confezionamento dei pasti.
È fatto, inoltre, divieto ai commercianti, ai privati, alle associazioni, ai comitati, agli enti, in occasione di feste pubbliche e sagre, di distribuire al pubblico “materiale monouso” del tipo non biodegradabile e non compostabile a partire dal 15 settembre 2019.
È fatto obbligo a tutti i residenti, turisti e visitatori di questo Comune, a partire dal 15 settembre 2019 di utilizzare esclusivamente “materiale monouso” del tipo biodegradabile, ciò almeno sino ad esaurimento delle piccole scorte domestiche eventualmente esistenti al momento dell’entrata in vigore dell’Ordinanza.
“La plastica ha cambiato le nostre vite, semplificandole. È un materiale prezioso, che nel corso del tempo è divenuto un problema a causa dell’abuso dell’usa e getta e della scorretta gestione del suo fine vita -spiega Il Sindaco Antonio Poziello-. La nostra non è una chiamata all’eliminazione della plastica, piuttosto una sollecitazione per ridurne il consumo e sostituirla con materiali biodegradabili, che oggi costituiscono una valida alternativa alla plastica”.
[14:39, 2/9/2019] Antonio Poziello: Sversamenti illegali di rifiuti, mancata raccolta differenziata, come preannunciato nei giorni scorsi dal Sindaco, partiti i controlli: due attività commerciali e due grandi parchi multati.
Poziello: “Tolleranza zero contro chi non differenzia ed imbratta la nostra città”

Partiti o controlli. Sindaco in testa, Agenti della Polizia Municipale e uomini della Teknoservice hanno cominciato stamattina ad aprire i numerosi sacchetti che vengono abbandonati in giro. Nella centralissima Piazza Matteotti, a Via Cumana, a Piazza Trivio, al Corso Campano, in Via Pigna, in Via Sorbe Rosse, in Via Selva Piccola. Alla ricerca dei colpevoli dell’abbandono dei rifiuti. Beccate due attività commerciali che, in barba al calendario della raccolta differenziata ed anche del bu…

Comments

comments

Condivi il post su: