Illegittima chiusura del primo soccorso ad Afragola, Tuccillo scrive a Regione e Asl: dopo due anni basta immobilismo

Campania Felix

31/01/2017

268 visualizzazioni

 

Afragola, 31 gennaio 2017 – «Dopo anni di immobilismo e sollecitazioni cadute nel vuoto la nostra città non è più disposta ad aspettare: venga subito riaperto il Primo Soccorso di Afragola, la cui chiusura è stata dichiarata illegittima nell’ormai lontano 2014». Con queste motivazioni il Sindaco, On. Domenico Tuccillo, ha scritto una lettera, indirizzata Regione e ad Asl Na2 Nord, lamentando i ritardi di una sentenza del Consiglio di Stato e del Tribunale amministrativo regionale che non vede applicazione da ormai tre anni. «Come è ampiamente noto – ricorda Tuccillo – le due sentenze hanno dichiarato illegittima la Delibera 881 del 2012 del direttore generale dell’Asl Na2 Nord con la quale veniva inopinatamente disposta la chiusura del PSAUT di Afragola. Tale scelta – continua il Sindaco di Afragola – a suo tempo assunta in dissenso rispetto alla comunità locale, ha determinato significativi disagi per la cittadinanza. Di conseguenza il Comune e i suoi cittadini hanno il massimo interesse all’immediata e tempestiva esecuzione delle citate sentenze che pongono un rimedio alla rilevata condizione di disagio». Nella sua missiva il primo cittadino ricorda le istanze scritte e gli incontri, non ultimo un sopralluogo effettuato nel maggio 2016, per riattivare la struttura fino a notare con rammarico come «tali sollecitazioni, purtroppo, siano cadute nel vuoto». A seguito della lettera del Sindaco, On. Domenico Tuccillo, è stato fissato nei prossimi giorni un nuovo incontro tra il primo cittadino e il direttore generale dell’Asl Na2 Nord, dott. Antonio D’Amore, per affrontare la questione.

 

 

Comments

comments

Condivi il post su: