Incendi boschivi e siccità nuove emergenze

Campania Felix

25/06/2017

543 visualizzazioni

 

Lopa: già da diversi mesi avevamo lanciato l’allarme siamo stati inascoltati non solo dalle istituzioni competenti mah anche dagli organi d’informazione

Il coordinatore della Consulta Nazionale dell’Agricoltura, componente del Dipartimento Nazionale Agroalimentare Ambiente Territortio del MNS, già Delegato al settore Agricoltura della Provincia di Napoli, Rosario Lopa, ha ribadito che l’acqua sta diventando uno dei grandi problemi che occorre affrontare e risolvere, misurandosi su molteplici piani, da quello, dei bisogni civili e produttivi a quello delle emergenze ambientali e paesaggistiche.  La mancanza di appropriati meccanismi di gestione, una insufficiente consapevolezza da parte dei cittadini e una mancanza generalizzata da parte delle istituzioni pubbliche alla dovuta attenzione al problema della conservazione e della gestione della risorsa, hanno portato ad una situazione assai critica. Bisogna affrontare con vigore, il complesso nodo del rapporto acqua-agricoltura-agroambiente alla luce dei cambiamenti e dei grandi problemi che stanno emergendo nel campo di questa risorsa strategica. E’ urgente delineare una politica in grado di portare, attraverso nuove tecnologie, normative adeguate e forme più avanzate di governo e di gestione, ad un uso dell’acqua in sintonia con lo sviluppo dell’agricoltura, con la salvaguardia dell’ambiente e con l’esigenza che il ciclo dell’acqua risponda ai principi di efficienza, di efficacia e di gestione partecipata ed attiva dei soggetti interessati. Lopa è intervenuto pure sulla annosa piaga degli incendi boschivi dichiarando, per la Campania e la Provincia di Napoli in particolare, va chiesto lo stato di emergenza, come necessario è sempre più urgente un intervento legislativo da parte della Regione e del Parlamento, contro gli incendi boschivi che consenta alla magistratura un efficace azione contro i piromani, mah chiediamo alla Regione Campania che fine a fatto il Piano Regionale AIB(antincendio boschivo).  Appena le condizioni istituzionali c’è lo consentiranno, ha concluso Lopa, presenteremo un Programma regionale per l’approvvigionamento idrico e per lo sviluppo dell’irrigazione per gli schemi irrigui, per far fronte alle situazioni di emergenza determinate dai periodi di siccità degli ultimi giorni, si dovrebbe esaminando la possibilità di un intervento di urgenza per la colettività da parte della regione e del governo.

Comments

comments

Condivi il post su: