IPARTE IL COMPARTO HO.RE.CA. IN CAMPANIA Lettera aperta agli operatori di Rosario Lopa “…perchè il male trionfi è sufficiente che i buoni rinuncino all’azione…” E.B.

Campania Felix

21/05/2020

186 visualizzazioni

 

Durante la prima fase dell’emergenza COVID19 abbiamo cercato di esservi vicini in maniera continuativa e partecipi delle attività essenziali. Siamo consapevoli delle difficoltà che questa pandemia ha causato e degli effetti che continueranno a gravare su tutti i comparti per i quali le produzioni agroalimentari e tutto il settore ho.re.ca. costituiscono una risorsa insostituibile. Mentre nelle città tutte le serrande dei negozi sono abbassate, c’è stato chi, come i lavoratori della terra e delle produzioni da essa, hanno tentato di continuare, e mentre gli effetti della pandemia sembrerebbero attenuarsi, è iniziata la riaperture che gradualmente interesseranno tutti i settori, comprese le attività di ristorazione e di accoglienza. In questo momento è molto importante dare segnali di fiducia per il futuro, soprattutto da parte della vostra, la nostra Comunità. Molti di voi, seguendo la propria coscienza ha tenuto chiuso la propria attività. Su questa scelta, abbiamo sempre espresso la nostra piena solidarietà e sostegno agli operatori dell’horeca e alle loro famiglie duramente colpite dal lockdown, cercando di tenere unita tutta la filiera auspicando sempre, con le varie iniziative che sempre insieme abbiamo intrapreso, di ribadire al Governo e a tutti gli Enti preposti, pur nel rispetto delle indicazioni espresse dal Comitato Tecnico Scientifico, di tener conto delle urgenti richieste di ripartenza, dando indicazioni suggerimenti, per una seria considerazione dell’impianto normativo per dare una risposta concreta ad uno dei comparti più strategici e decisivi per l’economia e il turismo campano e della Nazione tutta. La priorità adesso è definire una strategia per la ripartenza del comparto, alla luce delle nuove condizioni in cui sarà possibile operare, attraverso una nuova e rinnovata vicinanza ai nostri operatori, che abbiamo condiviso, insieme, i momenti di questa crisi sanitaria ed economica, che oggi si trovano con importanti perdite economiche e incapacità di assolvere i pagamenti. Non abbiamo alcuna intenzione di abbandonarle e agli organismi preposti un appello affinché ci siano meno “video conferenze” è più sostegno alle categorie e di riflesso a tutti i cittadini. Ma ora, in vista della riapertura, siamo pronti a ripartire sentiamo la grande responsabilità di contribuire a rivitalizzare un settore che è parte della nostra vita della nostra storia del nostro dna. Confidiamo che anche le istituzioni possano dare il loro contributo a questa ripartenza, innanzitutto con misure finalizzate a favorire una gestione del credito lungo tutta la filiera, senza la quale è impensabile ipotizzare una reale ripartenza. Vigileremo, per tutelare tutti gli attori del mondo Horeca, nella speranza che nessuno che venga penalizzato. Cogliamo l’occasione per dimostrare a tutti che sappiamo rispettare le regole ed essere responsabili per la comunità con la passione e disponibilità per un dialogo costruttivo e tempestivo. “…perchè il male trionfi è sufficiente che i buoni rinuncino all’azione…” E.B. Cosi il Portavoce della Consulta Nazionale per l’Agricoltura e Turismo mns, già Delegato al settore Agricoltura della Provincia di Napoli, già per diversi anni Presidente del Comitato per la Promozione Valorizzazione e Tutela della Pizza Napoletana, Rosario Lopa,

Comments

comments

Condivi il post su: