Ischia: controlli serrati sull’isola da parte dei Carabinieri della Compagnia di Ischia

Campania Felix

30/08/2020

75 visualizzazioni

 

Impiegati i militari del nucleo cinofili con unità antidroga e pattuglia a mare

 

Si intensifica l’attività di controllo del territorio dei Carabinieri sull’isola di Ischia nell’ambito di servizi disposti dal Comando Provinciale di Napoli.

Un impegno senza sosta finalizzato al controllo dei flussi turistici e alla prevenzione dei reati. Intenso l’utilizzo della motovedetta dell’Arma per garantire la sicurezza dei bagnanti e quello dei cani antidroga e antiesplosivo del  Nucleo Carabinieri Cinofili di Sarno. 178 le persone controllate, 39 i veicoli: numerose le sanzioni al codice della strada, molte per uso del telefono alla guida e per violazione del divieto di sbarco.

Denunciati per furto aggravato dai Carabinieri della stazione di Forio, due ragazzi napoletani appena maggiorenni. I due hanno rubato un telefono cellulare all’interno di un pub. Grazie all’analisi delle immagini del sistema di videosorveglianza del locale, i carabinieri hanno facilmente riconosciuto e rintracciato i responsabili. Perquisiti, sono stati trovati in possesso del telefono rubato, immediatamente restituito alla vittima.

30 i natanti controllati dalla motovedetta dell’isola per verificare la corretta applicazione delle normative sulla navigazione. Particolare attenzione è stata riservata alle baie di Carta Romana e San Pancrazio, spesso meta di numerosi diportisti e imbarcazioni di lusso. Oltre 10 le sanzioni amministrative contestate per velocità elevata sotto costa, mancato rispetto della distanza minima dalla costa e ormeggio in aree marine protette.

Non sono mancati i controlli antidroga. I militari del nucleo Operativo e Radiomobile insieme alle unità cinofile, nell’ambito dei flussi turistici presso i porti, hanno contestato 3 sanzioni amministrative per possesso di sostanze stupefacenti

I controlli continueranno nei prossimi giorni.

 

 

Sala Stampa – Comando Provinciale Carabinieri di Napoli

Comments

comments

Condivi il post su: