LA COMPAGNIA TEATRALE OVERLAB MADREARTE CONQUISTA VILLARICCA

Campania Felix

27/05/2019

111 visualizzazioni

Napoli – Francesco Topo

 

Nelle serate di giovedì 23, venerdì 24 e domenica 26 maggio 2019 il teatro Madrearte di Villaricca, diretto da Antonio Diana ha ospitato il gruppo Overlab del Madrearte composto da professionisti che nel tempo libero si dedicano, ormai da anni, alla loro più grande passione: il teatro. Quest’anno il gruppo ha deciso di portare in scena una rivisitazione di uno degli spettacoli più complessi di sempre: “Il berretto a sonagli” di Luigi Pirandello. Una scelta non casuale spiega ai microfoni di CampaniaFelixTv Vincenzo Pianese che, nello spettacolo, ha interpretato il ruolo del signor Ciampa:< Quest’anno abbiamo voluto osare, abbiamo tentato di portare in scena non solo uno spettacolo che facesse ridere, ma un qualcosa di più complesso, abbiamo voluto trasmettere delle emozioni e soprattutto delle riflessioni>. Emozioni, che grazie all’impegno del gruppo ed alla sapiente direzione del regista della spettacolo Antonio Dell’Isola, sono arrivate forte e chiare al pubblico < E’ stato un bellissimo percorso, abbiamo lavorato tanto sulle emozioni, non è stato per niente facile, ma a quanto pare è riuscito bene, lo dimostrano gli applausi e i numerosi complimenti che ci arrivano ancora oggi>.La sentita partecipazione del pubblico ha molto emozionato gli attori, come racconta Teresa De Rosa che ha interpretato la signora Beatrice Fiorica:< Ammetto che prima di andare in scena eravamo tutti timorosi per l’ardua impresa di portare un adattamento di Luigi Pirandello, ma gli applausi del pubblico ci hanno dimostrato che siamo riusciti nel nostro intento. La cosa più bella è stata che nonostante questa non sia la nostra professione, perché ognuno di noi svolge lavori completamente diversi, siamo riusciti, attraverso l’impegno, la dedizione e la forte passione per il teatro, a trasmettere delle emozioni>. Uno spettacolo nutrito dalla forte sinergia fra il teatro Madrearte, l’Associazione Italiana per la Lotta al neuroblastoma, di cui Teresa è referente per la Campania, e la Pro Loco di Villaricca, il cui Presidente Armando De Rosa ha voluto sottolineare ai microfoni di CampaniaFelixTv l’importanza di fare rete:< è necessario creare momenti di insieme perché solo dallo scambio di idee e dalla partecipazione possono venire fuori queste manifestazioni. L’obiettivo della Proloco è quello di creare comunità, oggi ce n’è tanto bisogno per riuscire a valorizzare la nostra provincia, ma più in generale, la nostra nazione>. A tal proposito ha ricordato anche il grande successo della manifestazione a favore dell’associazione neuroblastoma “La mia Vita a trecento all’ora” tenutasi il 9 Maggio al teatro Acacia di Napoli per la presentazione dell’omonimo libro di Pasquale Mele “Anche in quell’occasione la rete è risultata vincente, facendo confermare a Napoli il titolo di capitale della solidarietà>. Parole di apprezzamento e ringraziamento per l’ impegno del gruppo Overlab  sono state espresse  anche  dal dottor Raffaele Scotto di Quacquero, presente alla terza serata,  presidente dell’associazione GMA di Napoli, una ONLUS che ha come finalità la valorizzazione del patrimonio sociale e culturale etiope,  alla cui associazione  andrà il ricavato della terza serata.  Tre soldout consecutivi, con un pubblico entusiasta , hanno dimostrato come la comunità villaricchese è viva e fa sentire il proprio sostegno alla ricerca, alla valorizzazione del territorio ed in particolare al teatro. Ospiti d’eccezione della prima serata  la giovane cantante napoletana Alessia Moio, già impegnata in passato in diversi progetti con la Pro Loco di Villaricca e con l’associazione  Italiana per la Lotta al neuroblastoma, ed il  poeta e attore napoletano Ciro Ridolfini che, dopo aver assistito allo spettacolo, commenta con queste parole la performance dell’Overlab Madrearte:< La fiaccola del teatro riesce ad andare avanti grazie anche a questo senso amatoriale puro, genuino, di tanti che si impegnano in questa impresa. Portare a teatro Pirandello sicuramente è stata una scelta ardua, ma faccio i complimenti a tutti gli attori perché sono riusciti a trasmettere ogni singola emozione che il maestro ha tentato di far emergere nella stesura di questo spettacolo>.

Comments

comments

Condivi il post su: