A NAPOLI, SEDE CAREMAR, PRESIDIO DEI MARITTIMI PER I DIRITTI SINDACALI

Campania Felix

06/02/2017

434 visualizzazioni

A NAPOLI, DAVANTI ALLA SEDE CAREMAR, PRESIDIO DEI MARITTIMI PER CHIEDERE IL PIENO RICONOSCIMENTO DEI DIRITTI SINDACALI

 

di Gennaro Savio

 

Continua lo stato di agitazione dei marittimi Caremar indetto dal Sindacato di base Orsa per chiedere ed ottenere il pieno riconoscimento dei propri diritti sindacali e, soprattutto, di potersi sedere, assieme ai rappresentanti delle altre sigle sindacali, al tavolo delle trattative con l’azienda. Dopo gli scioperi dei mesi scorsi e il referendum con cui la stragrande maggioranza dei marittimi Caremar nell’aprile 2016 chiese diabrogare l’accordo di II livello, in questi giorni hanno tenuto un nuovo presidio di protesta, questa volta proprio davanti alla Sede della società. Al presidio oltre ai rappresentanti provinciali e regionali dell’Orsa, era presente Nicola Lamonica dell’Autmare e un rappresentante del PCIM-L. Mentre i rappresentanti dell’Orsa ci hanno spiegato i motivi della loro protesta, Nicola Lamonica in rappresentanza dell’Autmare ha sottolineato come sia giunto il momento che i rappresentanti dell’Orsa si siedano al tavolo delle trattative. Assente per impegni legati alla sua attività di Consigliere comunale di opposizione a Forio, Domenico Savio, Segretario generale del Partito Comunista Italiano Marxista-Leninista che si è battuto con forza contro la vergogna della privatizzazione della Caremar e da sempre per il rispetto dei diritti dei lavoratori, ha espresso solidarietà ai marittimi in lotta.

Comments

comments

Condivi il post su: