Nel Consiglio Superiore di Sanità Giuseppe CAMPANILE: professore ordinario del dipartimento di Medicina Veterinaria e Produzioni Animali.

Campania Felix

07/02/2019

464 visualizzazioni

NAPOLI- (Anna Smimmo)- Il ministro della Salute, Giulia Grillo, ha firmato il decreto di nomina dei 30 membri non di diritto del Consiglio Superiore di Sanità (Css). La squadra, afferma Grillo, “è finalmente pronta e sono molto orgogliosa e felice di presentarla”. Dopo l’insediamento, il Css deciderà il nuovo presidente.

Il Consiglio superiore di sanità (Css), del quale oggi il ministro della Salute Giulia Grillo ha nominato i nuovi 30 membri non di diritto, è ‘meno rosa’: solo tre le scienziate donne presenti nell’organo consultivo, contro le 14 del precedente Css nominato dall’ex ministro Beatrice Lorenzin. Tra i 30 membri nominati, sono stati riconfermati i professori Bruno Dallapiccola e Giovanni Scambia, mentre escono dal Css il farmacologo Silvio Garattini, che sarà ancora “fortemente impegnato per questo ministero nel difficile tavolo della Governance Farmaceutica”, rileva una nota del dicastero, e il professor Edoardo Boncinelli. Alcuni dei precedenti membri non di diritto, tra i quali il professor Alberto Mantovani, precisa il ministero, “avevano da tempo rassegnato le dimissioni a causa dei numerosi impegni internazionali”.

Sta sucitando polemiche la scelta di nominare Camillo Ricordi, che ha avuto un ruolo nella vicenda del metodo Stamina di Davide Vannoni, aprendo alla possibilità di una sua sperimentazione. Professore di chirurgia e medicina dei trapianti cellulari all’Università di Miami, nel 2013 Ricordi si pronunciò in favore del metodo – applicato nel 2011-12 agli Spedali Civili di Brescia – poi bocciato definitivamente dall’Istituto superiore di sanità. Ricordi affermò che si trattava di “una procedura sicura” e che i risultati e dati che aveva visto gli erano sembrati, secondo la sua stessa definizione, “promettenti”. Sempre secondo Ricordi “indipendentemente dai risultati finali” sarebbe stati “criminale non valutare il metodo e non fare chiarezza”. Ricordi incontrò il presidente di Stamina Foundation, Davide Vannoni, visionando il Protocollo completo del metodo a base di staminali mesenchimali. Ricordi mise anche a disposizione i laboratori del suo centro di Mimami a Vannoni, anche se tale possibilità poi tramontò.

Questo l’elenco dei 30 nuovi membri non di diritto del Css: Sergio ABRIGNANI Ordinario di Patologia Generale-Università di Milano; Adriano AGUZZI Direttore dell’Istituto di Neuropatologia di Zurigo; Mario BARBAGALLO Ordinario di Geriatria-Università di Palermo; Mario Alberto BATTAGLIA Ordinario di Igiene e Salute Pubblica-Università di Siena; Luca BENCI Docente di diritto sanitario-Università di Firenze; Renato BERNARDINI Ordinario di Farmacologia-Università di Catania; Giuseppe CAMPANILE Ordinario di Scienze e Tecnologie Animali-Università “Federico II” Napoli; Claudio COBELLI Ordinario di Bioingegneria-Università di Padova; Giulio COSSU Ordinario di Medicina Rigenerativa-Università di Manchester; Giuseppe CURIGLIANO Prof. Ass. di Oncologia Medica-Università di Milano; Bruno DALLAPICCOLA Direttore Scientifico dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù; Domenico DE LEO Ordinario di Medicina Legale-Università di Verona; Paola DI GIULIO Prof. Ass. di Scienze Infermieristiche-Università di Torino; Marco FERRARI Ordinario di Malattie Odontostomatologiche-Università di Siena; Carlo FORESTA Ordinario di Endocrinologia-Università di Padova; Silvia GIORDANO Ordinario di Istologia-Università di Torino; Andrea GIUSTINA Ordinario di Endocrinologia e Malattie del Metabolismo-Università S. Raffaele di Milano; Andrea LAGHI Ordinario di Radiologia-Università Sapienza di Roma; Franco LOCATELLI Direttore Dipartimento di Onco-Ematologia Pediatrica dell’Ospedale Bambino Gesù; Francesco LONGO Associato Dipartimento Analisi Politiche e Management Pubblico-Univ. Bocconi; Vito MARTELLA Ordinario di Malattie Infettive degli animali domestici-Università di Bari; Maria G. MASUCCI Ordinario di Virologia presso il Karolinska Institute di Stoccolma- Membro Commissione Nobel; Marco MONTORSI Rettore dell’Università HUMANITAS; Paolo PEDERZOLI Ordinario di Chirurgia Generale – Università di Padova; Giuseppe REMUZZI Direttore dell’Irccs “Mario Negri”-Milano; Camillo RICORDI Prof. Di Chirurgia e Medicina dei Trapianti cellulari-Università di Miami (FLORIDA); Massimo RUGGE Ordinario di Anatomia Patologica ed Oncologia- Università di Padova; Giovanni SCAMBIA Direttore Scuola Spec. In Ginecologia e Ostetricia- Università S. Cuore Pol. Gemelli; Fabrizio STARACE Direttore Dipartimento Salute Mentale e Dipendenze Patologiche- AUSL di Modena; Paolo VINEI Ordinario di Epidemiologia presso l’Imperial College di Londra.

Come riportato nell’elenco tra i 30 professionisti selezionate spicca il nome del federiciano Giuseppe CAMPANILE, professore ordinario di Zootecnica Speciale dell’Università degli Studi di Napoli Federico II e componente del Senato Accademico dal 2018.

 

 

                                                         Immagine relativa al contenuto Il federiciano Giuseppe Campanile nel Consiglio Superiore di Sanità
Il Prof. Giuseppe CAMPANILE si laurea in Medicina Veterinaria nel 1985 con votazione finale di 110/110 e lode, nello stesso anno si abilita all’esercizio della professione di Medico Veterinario. Nel 1990 consegue il titolo di Dottore di Ricerca ed è vincitore del concorso per ricercatore – G.U. n°79 del 04.10.1988 – mentre nel 1991 consegue il Diploma di Specializzazione in “Fisiopatologia della Riproduzione degli Animali Domestici” presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II.  Ha frequentato il “Department for Herd Health and Reproduction” in Utrecht (Olanda), più volte è stato invitato per partecipare a progetti di ricerca dall’Università di São Paulo. Dal 26.07.2009 al 13.09.2009 è stato invitato dall’Università del Queensland a tenere lezioni su “Buffalo production” per studenti del corso di laurea e di Dottorato in Animal Science and Veterinary Science. È stato invitato a tenere relazioni a congressi nazionali e internazionali sulle tecniche di allevamento della specie bufalina. È coautore di 230 pubblicazioni scientifiche i cui risultati sono stati spesso oggetto di comunicazioni a congressi nazionali ed internazionali. È referee di riviste nazionali ed internazionali. E’ docente di insegnamenti attinenti al settore scientifico-disciplinare AGR 19.
Tutti si congratulano con il prof. CAMPANILE per il suo nuovo traguardo e gli auguriamo un buon lavoro!

Comments

comments

Condivi il post su: