On. Gigi Casciello (Forza Italia): L’Anci chiede di rinviare in Campania l’avvio delle attività didattiche al 28 settembre, smascherata l’inefficienza di Azzolina e di De Luca

Campania Felix

26/08/2020

112 visualizzazioni

 

 

L’Anci Campania ha proposto al Governo e al Ministro Azzolina di derogare l’inizio delle lezioni scolastiche in Campania, posticipandole a dopo le elezioni. Sull’argomento è intervenuto anche l’On. Gigi Casciello, Deputato di Forza Italia, componente della Commissione cultura alla Camera e tra i fondatori di Voce Libera, che ha incalzato: “I Sindaci sono giustamente preoccupati e di più lo è il centrosinistra che teme il caos e un crollo del consenso di De Luca smascherato nella sua inefficienza. E’ evidente che negli istituti scolastici campani dove e se non sarà possibile garantire la sicurezza agli studenti e alle loro famiglie, al personale docente e non docente, non possa che ripartire con la “didattica a distanza”, ma è altrettanto chiaro che il problema vero è un altro: l’Anci Campania, a guida centrosinistra, proponendo lo slittamento dell’inizio delle attività didattiche in Campania, cerca di coprire l’inefficienza della Regione Campania, del Ministro Azzolina e del Governo centrale.

Si sta tentando di nascondere l’insipienza dei proclami del Presidente De Luca che aveva garantito la ripresa in presenza delle attività didattiche in Campania il 14 settembre ma è chiara la preoccupazione che lo stesso giorno stabilito per il via delle scuole, tra turnazioni, spazi inadeguati, banchetti che arriveranno solo a fine ottobre (nel migliore dei casi), venga inevitabilmente segnato dal caos più totale nelle scuole campane. Ed il centrosinistra è terrorizzato che così facendo il voto del 20 e 21 settembre si rivelerà un disastro”.

Il Deputato azzurro conclude: “finita la stagione dei lanciafiamme e delle sceneggiate serve concretezza e capacità di Governo cose che il centrosinistra sta dimostrando di non avere”.

 

Comments

comments

Condivi il post su: