Parte il Bando Benessere Giovani della Regione Campania

Campania Felix

09/12/2016

504 visualizzazioni

unicato stampa del Consigliere regionale e Vicepresidente della Commissione Agricoltura della Campania, on. Erasmo Mortaruolo.
Grazie e buon lavoro.

____________________________________

Un importante cambio di passo rispetto al passato. La pubblicazione del bando Benessere Giovani testimonia concretamente che i giovani sono al centro delle politiche di questo governo regionale attraverso azioni che rafforzino la coesione sociale, promuovano l’aggregazione, l’integrazione, l’acquisizione di esperienze e l’autoimprenditorialità”. Così il Consigliere regionale e Vicepresidente della Commissione Agricoltura della Campania, Erasmo Mortaruolo.
La Regione Campania promuove ”Benessere Giovani” con la linea di intervento “Organizziamoci” che mira a sensibilizzare ed accompagnare i giovani dai 16 ai 35 anni alla cultura d’impresa, alla loro autonomia e all’acquisizione di esperienze e competenze utili a favorire la loro crescita personale, la cittadinanza attiva e la conoscenza dei territori e a dare spazio alle loro propensioni artistiche e creative.
L’Avviso è rivolto a partenariati tra soggetti pubblici, associazioni giovanili, altri soggetti senza scopo di lucro e imprese per lo svolgimento di laboratori rivolti ai giovani attraverso l’utilizzo di spazi pubblici multifunzionali messi stabilmente a disposizione dei giovani.
Capofila del partenariato sono i Comuni, in forma singola o associata, che hanno nella propria disponibilità uno spazio destinato ad attività polivalenti giovanili. Il partenariato deve prevedere la partecipazione di almeno un’associazione giovanile.
Ogni partenariato dovrà presentare una proposta progettuale che preveda l’attivazione di almeno due tra tre tipologie di laboratori: laboratori relativi a percorsi accompagnamento alla creazione d’impresa e al lavoro autonomo; laboratori esperienziali nei quali i giovani acquisiranno esperienze e abilità pratiche presso le imprese; laboratori educativi e culturali, finalizzati a promuovere attività di animazione giovanile.

I giovani innanzitutto
Al centro dell’intervento sono i giovani, per accrescere la loro autonomia, la loro voglia di fare esperienza, di mettersi in gioco, di sviluppare la loro creatività e i talenti, confrontarsi con il mondo dell’impresa e della cultura dei territori e fruire di spazi organizzati in cui si possono ritrovare stabilmente.
Attraverso i laboratori attivati, i giovani saranno sensibilizzati alla cultura d’impresa, assistiti nell’acquisizione di competenze e abilità, accompagnati in percorsi di crescita personale e integrazione sociale incentrati sui temi della legalità, della cittadinanza attiva, dell’educazione e tutela dell’ambiente, nonché alla partecipazione collettiva di ricostruzione della identità dei luoghi e delle comunità.

La forza delle reti territoriali
La misura offre un’opportunità unica per mettere insieme gli attori principali dei sistemi territoriali locali: i Comuni, in forma singola o associata, che hanno la disponibilità di spazi polivalenti da destinare ad attività a favore dei giovani; l’universo delle associazioni del territorio, a cominciare da quelle giovanili, che costituiscono un riferimento per l’attivazione dei giovani; le imprese che aprono le porte ai giovani per tirocini formativi e per far acquisire esperienze di reciproca utilità che in Campania vuol dire piccola impresa locale custode di tradizioni artigianali, produttive e manifatturiere, ma anche di innovazione tecnologica spesso di eccellenze di livello internazionale.

L’ottimizzazione delle risorse
L’utilizzo degli spazi pubblici polifunzionali, messi a disposizione da parte dei Comuni, a partire dai centri polifunzionali collaudati e realizzati con i fondi della precedente programmazione europea, permette di ottimizzare l’uso di beni pubblici; dal canto loro le associazioni, a cominciare da quelle giovanili, spesso hanno idee e progetti lungimiranti ma mancano di adeguati spazi dove realizzarli e per questo trovano nei centri polifunzionali dei Comuni i luoghi ideali per svolgere le attività progettuali; le imprese, pur possedendo know how tecnologici e di processo, hanno bisogno della freschezza e dei saperi dei giovani per innovare e rilanciarsi sul mercato, affrontare le sfide dell’industria 4.0 e competere nei sistemi globali; i giovani, immenso giacimento di risorse, talenti e creatività possono superare gli ostacoli per l’inserimento lavorativo attraverso le conoscenze acquisite presso i laboratori e i tirocini in azienda.

Soggetti beneficiari e partner
Capofila: Comuni, singoli o associati, con spazio pubblico disponibile per attività polivalenti
Altri soggetti del partenariato: Associazioni e altri soggetti privati senza scopo di lucro, di cui almeno un’associazione giovanile del territorio del partenariato; Organismi di formazione accreditati presso la Regione Campania; Imprese.

Destinatari
Giovani tra i 16 e i 35 anni
prioritariamente NEET (not in education, employment or training)
Studenti di età inferiore ai 35 anni

Attivit
Le attività si svolgeranno attraverso le seguenti tipologie di laboratori per una durata massima di 24 mesi:
Laboratori per la creazione d’impresa: Accompagnamento alla creazione d’impresa e al lavoro autonomo
Laboratori esperienziali con le Imprese: Esperienze pratiche presso le imprese per l’acquisizione di abilità lavorative
Laboratori educativi e culturali: Sensibilizzazione sui temi della legalità, cittadinanza attiva, educazione e tutela dell’ambiente, identità dei luoghi e delle comunità

Durata del progetto: massimo 24 mesi

Risorse
Finanziamento complessivo € 10.000.000 a valere sul POR Campania FSE 2014 – 2020.
L’importo massimo finanziabile per ciascun progetto varia in relazione alla dimensione della popolazione del Comune proponente – o dei Comuni in forma associata – e delle tipologie di laboratori previsti e della effettiva accessibilità dei luoghi da parte dei giovani.
Numero abitanti e Contributo massimo
fino a 5.000 – € 50.000
da 5.001 a 30.000 – € 80.000
da 30.001 a 50.000 – € 100.000
da 50.001 a 100.000 – € 150.000
superiore a 100.000 – € 350.000

Tipologia di laboratorio e Percentuale di finanziamento
Laboratori per la creazione di impresa – max 46% della richiesta totale
Laboratori esperienziali con le imprese – max 30% della richiesta totale
Laboratori educativi e culturali – max 24% della richiesta totale

Spese ammissibili
Sono ammissibili a finanziamento le spese sostenute per la realizzazione dell’iniziativa, a partire dalla data di sottoscrizione dell’atto di convenzione/impegno, secondo le voci di costo del piano finanziario di cui all’allegato 3 dell’Avviso e raggruppati nelle seguenti macro-voci: preparazione, realizzazione, diffusione dei risultati, direzione e controllo, costi indiretti.
Presentazione delle domande
L’Avviso ha una durata di 30 giorni per la presentazione dei progetti da realizzarsi presso i Centri Polifunzionali già completati e finanziati con la precedente programmazione 2007/2013, e di 60 giorni per tutti gli altri progetti.
Le domande vanno presentate sulla piattaforma informatica http://benesseregiovani.regione.campania.it (attiva a partire dalle ore 24 del 15

Comments

comments

Condivi il post su: