Riforma della prescrizione, intervista all’avv. Giovanni Carlino.

Campania Felix

22/10/2019

469 visualizzazioni

La riforma della Prescrizione: critiche degli avvocati penalisti.

NAPOLI- (Anna Smimmo) – La tanto discussa riforma della prescrizione entrerà in vigore tra pochi mesi, il 1 gennaio 2020. Prevede l’interruzione dei termini di prescrizione dopo la sentenza di primo grado, sia di condanna che di assoluzione. L’unione delle Camere penali italiane ha annunciato una settimana di sciopero dalle Udienze e da ogni altra attività giudiziaria per cinque giorni, che va dal 21 al 25 ottobre 2019. Tanti gli avvocati che protestano contro la riforma della prescrizione fortemente voluta e sostenuta dal Ministro della Giustizia Alfonso Bonafede e Andrea Orlando, ma nessuno dei due tende una mano o un cenno di risposta a tale “onda di oppositori” su tale questione di massima importanza.
Abbiamo posto alcune domande su tale riforma al gentilissimo avv. Giovanni Carlino, studio legale con sede a Napoli il quale ci fa capire immediatamente, in pochi minuti, la condizione della situazione “reale” in cui naviga la nostra amata Italia. “L’ interruzione della prescrizione, lungi dal dimezzare i tempi della giustizia, obiettivo dichiarato di questa riforma- è quanto dichiara l’avvocato Carlino- ma finirebbe con il provocare l’esatto opposto, allungandone sine die i tempi. Le corti d’appello, organo di secondo grado della giustizia penale, già ingolfate da una mole enorme di processi, sarebbero costrette a fissare udienze per reati commessi anche a distanza di moltissimi anni, con evidenti ripercussioni su tutte le parti processuali”- conclude infine, l’avvocato, telefonicamente. E questo è uno dei Talloni d’Achille della Giustizia Italiana.

Comments

comments

Condivi il post su: