“SAN GREGORIO ARMENO IN PASQUA” “Si chiude la V edizione della Fiera di Pasqua ai decumani”

Campania Felix

01/05/2017

380 visualizzazioni

 

 

Anche quest’ anno si è svolta la Fiera di Pasqua in via san Gregorio Armeno e nei decumani di Napoli – dichiara Amedeo Mango, Presidente dell’Associazione Corpo di Napoli – Onlus, organizzatrice dell’evento, che rappresenta la stragrande maggioranza dei famosi artigiani di Via San Gregorio Armeno e delle zone limitrofe – i risultati in termini di flussi turistici anche questa volta ci hanno dato ragione, la Fiera di Pasqua sta avendo sempre un maggior rilievo e pregio rispetto agli anni precedenti, si accinge a diventare un appuntamento fisso delle feste pasquali come la Fiera Natalizia. In tal modo si sta colmando il vuoto di flussi turistici che in passato si creava in questo periodo nella zona dei Decumani.

I visitatori – prosegue Gabriele Casillo coordinatore dell’Associazione Corpo di Napoli – Onlus – hanno gustato il meglio della tradizione culinaria pasquale nelle pasticcerie, nelle pizzerie, nei ristoranti e trattorie, aderenti alla nostra Associazione ed hanno ammirato il “Presepio di Pasqua”, una tradizione esclusivamente napoletana, artistica e devozionale, abbandonata dal secolo XV ma che gli artigiani presepiali di Via San Gregorio Armeno, di Via dei Tribunali e di Spaccanapoli, dal 2013 hanno riportato a nuova vita. Esponendo creazioni artigianali ispirate agli episodi della Pasqua Cristiana, come la Passione e la Resurrezione di Gesù, ma anche figure ed elementi appartenenti alla tradizione presepiale classica partenopea,.

L’Associazione Corpo di Napoli ONLUS, da sempre impegnata nella protezione e diffusione dei nostri valori identitari, ringrazia tutti i volontari e le Associazioni che hanno partecipato alla realizzazione dell’evento e le attività artigianali che hanno aderito mostrando il meglio della loro produzione.

L’appuntamento è fissato per il prossimo anno con l’augurio che questa iniziativa, come merita, possa avere sempre un maggiore successo.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Per maggiori informazioni: www.corpodinapoli.it 

 

Comments

comments

Condivi il post su: