SANITÀ, A. CESARO (FI): A NOLA SCENE INDEGNE DI UN PAESE CIVILE

Campania Felix

09/01/2017

344 visualizzazioni

SANITÀ, A. CESARO (FI): A NOLA SCENE INDEGNE DI UN PAESE CIVILE, DOBBIAMO SCUSE AI CITTADINI. DE LUCA NON CERCHI CAPRO ESPIATORIO MA SI ASSUMA LE SUE RESPONSABILITA’

 

“Quelle dei pazienti stesi per terra nell’ospedale Santa Maria la Carità di Nola sono immagini indegne per un Pase civile, che mortificano la nostra regione, gli ammalati e tantissimi medici. Da Consigliere regionale, anche se  d’opposizione, sento il dovere morale di chiedere scusa ai cittadini per quanto accaduto”. Lo afferma il Presidente del gruppo di Forza Italia del Consiglio regionale della Campania, Armando Cesaro, per il quale “non si possono lasciare le strutture ospedaliere in quelle condizioni emergenziali, non si può pensare di risolvere tutto annunciando ispezioni e verifiche dopo la palese catastrofe, e soprattutto la politica ha il dovere di prevenire questi disastri”.  “Ancora una volta gli annunci trionfalistici di una sanità che migliora, con tanto di 6×3 che tappezzano la Campania, del Presidente Vincenzo De Luca, a cui ricordiamo che governa ormai da due anni, puntualmente sono smentiti dai fatti reali”, sottolinea Cesaro.

“La sanità deve essere umana – dichiara l’esponente azzurro – e deve avere il massimo rispetto per il malato e la politica non può far finta di non vedere o di ricercare un capro espiatorio, come sta facendo De Luca, annunciando licenziamenti e di fatto scaricando su altri le responsabilità”.

“Mi domando – aggiunge Cesaro – se al nosocomio di Nola mancano le barelle è colpa dei medici oppure della politica?”.

Vedremo quale sarà l’esito delle inchieste – conclude  il capogruppo campano di Forza Italia – ma quello che auspichiamo è un reale cambio di passo nella tutela del diritto alla salute, soprattutto dopo che la Campania è tornata ad essere maglia nera in Italia per Livelli Essenziali di Assistenza”.

Comments

comments

Condivi il post su: