Sant’Antimo, Attentato dinamitardo, la solidarietà del Sindaco ai commercianti ed una risposta immediata della società e delle istituzioni.

Campania Felix

16/11/2017

327 visualizzazioni

 

Lo scoppio dell’ennesimo ordigno, la scorsa notte, davanti ad un esercizio commerciale è l’indicatore di una preoccupante persistenza di un’attività criminale sul nostro territorio, che merita una risposta immediata da parte di società e istituzioni.

Ai commercianti santantimesi va tutta la mia solidarietà e l’invito a non farsi imprigionare dalla morsa della camorra e del racket.

Se la criminalità pensa di riportare Sant’Antimo agli anni del terrore, diffondendo la paura tra i cittadini, è fuori strada. Non lo consentiremo.

Ciascuno è chiamato a svolgere il proprio ruolo. Mi rivolgo, in particolare alle scuole, alle quali, questa Amministrazione intende fornire tutti gli strumenti idonei a promuovere progetti che mettano al centro il tema della legalità.

Dobbiamo sviluppare gli anticorpi culturali che, insieme ad un maggiore controllo del territorio, ci consentano di arginare questa pericolosa deriva delinquenziale.

L’Amministrazione farà la sua parte, attraverso la predisposizione di un sistema per la videosorveglianza e un dialogo costante con il Prefetto, che ho sentito nell’immediatezza dell’evento e con tutte le Forze dell’Ordine, al fine di ottenere maggiore sicurezza in città.

Quando la criminalità colpisce in modo cosi violento un commerciante è l’intera comunità ad essere colpita. Contrastare questi fenomeni, avendo la capacità di guardare lontano e penetrare con i fatti il muro di gomma e dell’omertà, è un compito ed una responsabilità alla quale siamo chiamati, insieme ed oltre ogni colore politico.

Comments

comments

Condivi il post su: