SICUREZZA, RIUNITO D’URGENZA IL COORDINAMENTO CITTADINO DI FORZA ITALIA,

Campania Felix

21/11/2017

368 visualizzazioni

Un documento che impegna i Parlamentari e i Consiglieri comunali e municipali a rilanciare l’iniziativa sul fronte della tolleranza zero, non intesa come slogan ma come modalità di approccio al tema della sicurezza.

Ad approvarlo, il Coordinamento cittadino di Forza Italia della Grande Città di Napoli, convocato d’urgenza all’indomani dei fatti di Chiaia. Presenti, con il Coordinatore di Forza Italia di Napoli,Paolo Russo, il Presidente del gruppo di Forza Italia della Regione Campania, Armando Cesaro, i consiglieri Comunali, Mara CarfagnaSalvatore Guangi Stanislao Lanzotti e i Presidenti della I e VII Municipalità, Francesco De Giovanni e Maurizio Moschetti.

Il documento punta la sua analisi su tre principali criticità: la condizione del PD di Minniti che “vorrebbe ma non può”; il Presidente De Luca che per fare la guerra a de Magistris fa la guerra ai cittadini di Napoli; il sindaco de Magistris che ammicca ai centri sociali e alle realtà pseudorivoluzionarie col risultato di creare una città senza regole e senza tutele.

Sul fronte sicurezza – sottolinea il documento – De Magistris ha fallito e oggi c’è solo una strada percorribile: coinvolgere e delegare i Presidenti di Municipalità che conoscono il territorio e posso quindi utilmente ottimizzare e coordinare l’impiego della Polizia Municipale.

Pensare che si possa affrontare l’emergenza sicurezza esclusivamente da Palazzo San Giacomo – proseguono gli esponenti di Forza Italia – significa non aver compreso la drammaticità della situazione. Sottovalutarla significa esporre ogni cittadino ad un rischio quotidiano.

Per Forza Italia de Magistris ha fallito anche sul versante della città dell’integrazione che platealmente ci ha descritto, così come fallimentari sono state le sue politiche sociali e del welfare.

Forza Italia chiede dunque che il governo nazionale, già con questa Legge di Stabilità investa nuove risorse per implementare il personale di polizia che da anni subisce il freno di blocchi e incapacità.

Per il Coordinamento cittadino azzurro servono più telecamere, soprattutto telecamere intelligenti, più militari in pattugliamento misto e l’approvazione della proposta di legge presentata da tempo in Parlamento dall’onorevole Mara Carfagna per migliorare la performance della legislazione penale sui minori.

“I Motorini che abbiamo visto nelle immagini raccapriccianti dell’altra notte – hanno sottolineato gli esponenti azzurri – non dovevano stare lì e forse andavano attuati maggiori controlli: se non ci sono risorse per garantire i controlli, e le risorse devono venire anche dagli esercenti interessati ad una eccessiva movida, si pensi allora a far chiudere prima, non alle tre di notte, quelle saracinesche troppo frettolosamente aperte per interessi clientelari, familiari, elettorali e di bottega”.

Forza Italia – prosegue il documento – non consentirà a nessuno di trasferire le Forze di Polizia destinate alla tutela dei cittadini dalla periferia della città per concentrarle solo su Chiaia. L’emergenza è dell’intera città di Napoli come dimostra il suk di piazza Garibaldi o l’abbandono di piazza Mercato.

Tolleranza zero – conclude il documento – significa anche evitare che passi il concetto che sia possibile occupare beni pubblici, chiese o edifici di privati per dare sfogo a quella marginalità sociale che viceversa va affrontata con politiche di sostegno e non di lassismo.

Comments

comments

Condivi il post su: