Torna Convivio Armonico XIX edizione. La musica di tradizione partenopea nei luoghi sacri.

Campania Felix

02/10/2020

75 visualizzazioni

Dal 3 ottobre al 30 dicembre

(Anna Smimmo) – Torna Convivio Armonico il ciclo di concerti dedicato alla riscoperta della musica Napoletana del ‘700, a cura dell’ Associazione Area Arte. La rassegna giunta ​ alla XIX edizione unisce, in un percorso di ricerca tra passato e futuro, ​ l’antico repertorio della Scuola Napoletana ad opere di compositori campani.

​Attraverso un ricco programma di concerti in chiese del centro storico di Napoli, con i cicli​ Suoni in Basilica e Suoni nei Luoghi Sacri (Basilica di S. Francesco di Paola, Chiesa di S. Caterina a Formiello, Chiesa di S.Orsola a Chiaia, Chiesa di S. Maria di Costantinopoli) e in spazi di cultura come Museum a Piazzetta Nilo e ​ da quest’anno anche nelle provincie campane (Abbazia-Santuario Maria Ss. di Casaluce (Ce) e Collegiata di S. Giovanni Battista di Carife (Av); e con il ciclo di eventi Musica Nel Corpo di Napoli​ (presso la Sala Armonia Cordium) ​ si esibiranno artisti noti e giovani interpreti in un repertorio antico e moderno.

​La rassegna apre con i due primi appuntamenti nel week end di sabato ​ 3 e domenica 4 ottobre per il ciclo Suoni nei Luoghi Sacri presso la ​ Chiesa di S. Caterina a Formiello e la Chiesa dell’Immacolata al Vomero.

​Il ​ 3 ottobre (ore 19.15) nella Chiesa di S. Caterina a Formiello a Napoli si esibirà​ il duo formato da Giovanni Rota al violino barocco e Gilberto Scordari all’ organo che con il programma intitolato “Il ‘600 strumentale fra Italia e Austria” ci condurranno in un percorso emozionante alla ri/scoperta di opere di autori come​ Marco​ Uccellini, Tarquinio Merula, Isabella Leonarda, Alessandro Scarlatti,​ G. A. Pandolfi Mealli, J. C. Kerll. J.H. Schmelzer. Il prezioso organo storico Giuseppe De Martino del 1718 della Chiesa di S. Caterina a Formiello è lo strumento più indicato per questo programma, mentre Rota e Scordari sono specialisti della prassi esecutiva con strumenti storici, avendo studiato con importanti maestri e con collaborazioni prestigiose in Italia ed all’estero, con all’attivo numerose incisioni discografiche.

Il concerto fa parte dei “Percorsi barocchi tra Napoli e l’Europa” / “La voce dell’organo”.

​Il 4 ottobre, invece, ​ il giovane e talentuoso organista Giuseppe Rigliaco si​ esibirà con un programma monografico dedicato al sommo Johann Sebastian Bach. Il concerto si terrà nella Chiesa dell’Immacolata al Vomero, dove è il bellissimo organo Mascioni. Si tratta del primo dei tre appuntamenti previsti e realizzati in collaborazione con L’ottobre Francescano della Comunità dei Frati Minori Conventuali e con la consulenza dell’Associazione Organistica “G.M. TRABACI” di Napoli che accompagneranno anche gli altri concerti nella stessa chiesa.​ Il concerto rientra nel ciclo “I giovani e la musica” / “La voce dell’organo” .

​La rassegna prevede diciotto appuntamenti divisi in cinque cicli di progetti: Concerti della Sacrestia Papale, Percorsi Barocchi tra Napoli e l’Europa, Di Fiato/Di Corde,​ il ciclo I Giovani e la Musica ed il ciclo La voce dell’Organo. Quest’ultimo porterà alla suggestiva riscoperta di organi storici di alcune chiese monumentali.

La rassegna è a cura di AREA ARTE Associazione culturale Mediterranea, che da anni conduce studi e ricerche approfondite sulla musica napoletana del ‘600 e del ‘700 e ne promuove la diffusione e la valorizzazione.

Anche per questa difficile stagione 2020, affidata alla direzione artistica dei Maestri Egidio Mastrominico e Rosa Montano, docente presso il Conservatorio “N. Sala” di Benevento, sarà dato spazio a​ recuperi di partiture dal Settecento Napoletano, alla presentazione di progetti discografici e seminari inerenti la Scuola Musicale Napoletana, continuando parallelamente a valorizzare opere del repertorio contemporaneo con un’ attenzione particolare ai compositori campani, e al patrocinio delle nuove generazioni di valenti strumentisti.

​ La stagione proseguirà con vari appuntamenti fino al 30 dicembre e si arricchirà di momenti di presentazione di pubblicazioni discografiche inedite sulla musica strumentale del ‘600 e ‘700 Napoletano e italiana, oltre ad iniziative volte a far conoscere ai giovanissimi​ il patrimonio musicale napoletano.

Convivio Armonico ha visto una anteprima in Tour, con i 5 concerti che si tenuti in collaborazione con Associazioni e Enti tra​Puglia, Abruzzo e Lombardia

I concerti si svolgeranno nel pieno rispetto delle normative ​ vigenti in materia di Covid-19.

​ Il ciclo di concerti è dedicato alla memoria della cantante e artista PINA CIPRIANI.

Comments

comments

Condivi il post su: