Unirsi sottoscrivendo protocollo d’intesa è condizione necessaria per combattere in modo concreto le morti sulle strade italiane.

Campania Felix

21/05/2020

161 visualizzazioni

ROMA. “Unirsi sottoscrivendo protocollo d’intesa è condizione necessaria
per combattere in modo concreto le morti sulle strade italiane. Per
questo motivo, riteniamo fondamentale lanciare un appello a tutte quelle
realtà associative che, come noi, si impegnano per salvare vite
innocenti”. A parlare è il presidente dell’Associazione Italiana
Familiari e Vittime della Strada Onlus, Alberto Pallotti, che, in una
nota stampa, ha invitato alla cooperazione tutte le associazioni di
settore presenti sul territorio nazionale, oltre a tutti i familiari
delle vittime della strada.
Il grido nasce dal confronto con i numeri preoccupanti registrati nei
giorni del ritorno alla viabilità dei cittadini italiani, dopo le
restrizioni dovute al COVID-19. Le statistiche prese in considerazione
testimoniano come, in appena 15 giorni, la linea grafica sia cresciuta
troppo velocemente. Non è, dunque, complesso capire che le proiezioni
per i prossimi 6 mesi sono a dir poco tragiche. L’A.I.F.V.S. Onlus, che
conta 120 sedi in tutta Italia, ha promosso diverse campagne di
sensibilizzazione nella sua storia, riuscendo ad ottenere importanti
risconti sia dal punto di vista sociale che dell’informazione pubblica.
“Mettiamo a disposizione tutta la nostra esperienza, i nostri tecnici ed
i nostri avvocati per essere presenti nella battaglia e divenire
supporto tangibili per le famiglie straziate dal dolore – afferma
Alberto Pallotti -. Remare in un’unica direzione potrebbe davvero
cambiare il presente ed il futuro. Le associazioni interessate ed i
familiari delle vittime della strada possono contattarci via Whatsapp al
numero 3281279114”.

Comments

comments

Condivi il post su: