Vademecum sui Saldi Invernali 2017 come riconoscere i veri sconti

Campania Felix

03/01/2017

509 visualizzazioni

Dal 5 Gennaio al 2 Aprile 2017 inizierà il periodo dei saldi invernali in Campania. Secondo i recenti dati dell’ONF (Osservatorio Nazionale Federconsumatori), il 38% delle famiglie italiane spenderà in media 179 euro proprio durante il periodo degli sconti, confermando i dati dello scorso anno.

Saranno 9 milioni le persone che approfitteranno dei saldi per acquistare spendendo poco, dato il periodo di crisi e di rincari sulle tariffe di luce e gas, e si concentreranno soprattutto al Sud, dove la crisi economica è molto più forte; infatti, qui si prevede che il 43% delle famiglie acquisterà nel periodo degli sconti, con una spesa media di 123 euro.

“I saldi sono oramai diventati anacronistici,” – dichiara il presidente della Federconsumatori Napoli Rosario Stornaiuolo – “in quanto già da molto prima i commercianti, attraverso formule diverse, anticipano gli sconti. Meglio abolirli e dare la possibilità ai commercianti e ai consumatori di acquistare prodotti scontati tutto l’anno. Quest’anno” – continua Stornaiuolo – “la crisi economica, che attanaglia in particolare il mezzogiorno, ci induce ad immaginare che, nella migliore ipotesi, si raggiungeranno al massimo i valori economici del 2015.”

Per coloro che vorranno spendere durante questo periodo di sconti, di seguito saranno elencati una serie di consigli per spendere in modo sicuro:

prima dell’avvio dei saldi, verificare il prezzo originale del prodotto, fotografandolo col cellulare in modo da confrontarlo con quello scontato;
non fermarsi alla prima vetrina, in modo da poter confrontare i diversi prezzi;
diffidare dei saldi eccessivamente alti (pari o superiori al 70%);
controllare accuratamente che sui cartellini sia scritto in modo leggibile il prezzo precedente ai saldi;
accertarsi che la merce venduta non sia un fondo di magazzino o di risulta;
conservare lo scontrino in caso di cambi per merce fallata o non conforme. E’ sempre consigliabile provare e controllare accuratamente la merce prima di acquistarla (e quindi, bisogna diffidare dai negozio che vietano la prova della merce da acquistare). Se dovessero palesarsi difetti di fabbricazione dopo l’acquisto, si può usufruire, secondo le direttive della Guardia di Finanza, di un periodo di garanzia pieno ed assoluto di due anni, applicabile a ogni bene acquistato; i negozianti, quindi, sono sempre tenuti a sostituire la merce difettosa.

In caso di problemi, i cittadini possono rivolgersi alla nostra Associazione ai numeri: 081.4202363 – 081.0609433 – mail: federconsumatori.cam@gmail.com

Comments

comments

Condivi il post su: