Cellole-“La mia parola di donna” di Antonella Prisco, presentazione del libro sabato 30 novembre.

Campania Felix

28/11/2019

984 visualizzazioni

CELLOLE-(Anna Smimmo) – Se dico “La donna e i suoi simboli”, cosa ti viene in mente?
L’autrice Antonella Prisco, ricercatrice di biologia e appassionata di arte e di psicologia, nel libro “La mia parola di
donna, ricerca giocosa sulla donna e i suoi simboli” pone questa domanda alle donne della sua vita: amiche,
parenti, colleghe, conoscenti, le artiste più ammirate, le mamme dei compagni di scuola dei figli, le figlie delle
amiche. Le risposte di più di 100 donne sono trascritte e associate a immagini.
In questi frammenti di discorsi femminili si riconoscono tanti diversi toni di voce. Tra aforismi e frasi sbilenche,
si dispiegano dolcezza e aggressività, profondità e superficie, archetipo e banalità, delicatezza e volgarità, ricerca
di senso e dolce naufragare nel senza senso.
Il risultato è “La mia parola di donna“, un libro illustrato, giocoso, leggero, utilizzabile a piacere come libro da
meditazione, o da divinazione, da aprire a caso, per vedere che cosa esce.
La dottoressa Prisco, biologa, dopo essersi formata a Londra e a Parigi, è ricercatrice presso l’Istituto di Genetica
e Biofisica del Consiglio Nazionale delle Ricerche. I suoi interessi di ricerca riguardano la risposta immunitaria ai
vaccini, la prevenzione dell’Alzheimer, e la struttura del DNA.
Ha organizzato numerosi eventi culturali “Scienza e Società”, in particolare le rassegne di Caffè scientifici
“Leggere il DNA” e “Il corpo e la mente”, e la performance di scienza e musica “DNA in suono”. E’ appassionata di
arte e di psicologia. “La mia parola di donna. Ricerca giocosa sulla donna e i suoi simboli” è il suo primo libro.
Sabato sera, 30 novembre a partire dalle ore 19.00, presso la biblioteca comunale in piazza F. Compasso, dopo i saluti istituzionali della Sindaca di Cellole avv. Cristina Compasso, la presentazione del libro sarà moderata da Rossella Cappabianca, sociologa e mediatore familiare che introdurrà l’opera e l’autrice Antonella Prisco. L’evento è sostenuto anche da A.N.S. Campania (Associazione Nazionale Sociologi Dipartimento Campania) e dal patrocinio di PuntOorg International Research Network.

In accordo con il carattere corale, a molte voci, del libro, molte donne contribuiranno alla presentazione.
In particolare, leggeranno alcune pagine la regista Giulia Casella, delle Officine Kulturali Aurunke, Maria D’eugenio, dell’associazione Eva (E’ vietato astenersi), Fernanda Esposito, volontaria Intercultura, Loredana Manfredi,
Delegata alla cultura e all’istruzione del Comune di Cellole e infine, Marianna Mauriello, Presidente del Consiglio comunale. L’incontro è stato organizzato da Mariangela Merola, avvocato del Foro di Santa Maria Capua Vetere.

Comments

comments

Condivi il post su: