MONDRAGONE- AL MIO SEGNALE SCATENATE L’INFERMO”, iniziativa nell’ambito del “Patrimonio di conoscenza” del territorio.

Campania Felix

01/12/2019

593 visualizzazioni

MONDRAGONE- (Anna Smimmo)- Ieri 30 novembre alle ore 18.00 ha avuto luogo la presentazione del libro “AL MIO SEGNALE SCATENATE L’INFERMO. LIBRO DISABILMENTE COMICO” dell’autore Lello Marangio presso il Museo Civico “Biagio Greco” di Mondragone. Un’iniziativa inserita nell’ambito del progetto “Patrimonio di conoscenza” del nostro territorio e patrocinata dall’amministrazione comunale di Mondragone.

Presenti alla presentazione il sindaco dottor Virgilio Pacifico, l’Assessore alla cultura Tina Lavino, la dottoressa Marianna Musella restauratrice del laboratorio Museo Civico “B. Greco” e il direttore Luigi Crimaco del Museo “Civico B. Greco” di Mondragone.

La presentazione è iniziata con i saluti Istituzionali del primo cittadino il quale ha ringraziato i dipendenti del Museo Civico e dell’area 5 del Comune di Mondragone in particolare Gustavo Riccio, alla proficua collaborazione della consigliera Maria Rosaria Viola e a tutti i presenti.

Un momento in cui si é affrontato la problematica della disabilità con ironia. La disabilità, l’ironia come non é mai stata proposta e raccontata. Un libro che ti dà uno scossone che non ti aspetti fino alle lacrime, rendendoti partecipe e Condividendo tanti messaggi e problematiche sulla disabilità. É un’autobiografia vera e propria quella che si propone Marangio, il racconto della sua vita da disabile e le principali problematiche connesse. Un disabile che racconta il suo approccio da bambino sino all’età matura. Dalla vergogna per non svelare a tutti la protesi che da sempre indossa e che lo indussero ad ttraversare la Domiziana sino ai primi approcci sessuali. Un libro in cui la disabilità dell autore viene posta al servizio dell umorismo rievocando anche luoghi storici della città di Mondragone. Un momento di incontro, quello di ieri, in cui ha avuto modo di rincontrare i suoi amici di un tempo.

Comments

comments

Condivi il post su: