BASKET SERIE B- CUORE NAPOLI BASKET, SEMPRE PIU’ LEADER

Campania Felix

04/04/2017

853 visualizzazioni

 

BASKET SERIE B- CUORE NAPOLI BASKET, SEMPRE PIU’ LEADER. COACH PONTICIELLO: “CON CASSINO GRANDE PARTITA DEI NOSTRI GIOVANI, MA TUTTO IL TEAM E’ AMPIAMENTE DA ELOGIARE, PER L’ENNESIMA IMPRESA DI UNA GRANDE STAGIONE”

di Paolo Amalfi

La squadra del Cuore Napoli Basket, riprendera’ quest’oggi gli allenamenti al palasport di Casalnuovo, in vista della prossima e importante trasferta di campionato in quel di Valmontone. Domenica sera, nonostante l’importante defezione di capitan Maggio e le non buone condizioni dell’esterno Marzaioli, ancora sofferente ad un dito, con gran grinta e carattere e la solita difesa impenetrabile nei momenti decisivi, 4 uomini in doppia cifra con il 62% da 2 punti, i giocatori cari a patron Ruggiero e come al solito ottimamente guidati da coach Ponticiello, hanno battuto al PalaBarbuto anche la temibile e attrezzata Virtus Cassino, per 76-73. Con questa preziosa vittoria sui rossoblu laziali, il Cuore Napoli Basket, sempre piu’ primo in classifica nel girone C del campionato di serie B maschile, con ben 23 vittorie in 27 partite disputate, ha allungato a 4 punti il suo vantaggio proprio sullo stesso Valmontone, sconfitto invece, in quel di Catanzaro. Coach Ponticiello, nel solito appuntamento del martedi’, ci ha parlato del match vinto con Cassino e del momento del team azzurro, affermando: “Domenica, e’ stata una partita durissima, fisica, vinta con un avversario, Cassino, che a dispetto del nostro intenso lavoro difensivo, ha mostrato percentuali al tiro pesante, davvero notevoli. Un qualcosa che li ha tenuti in partita fino alla sirena finale, malgrado che abbiamo condotto dalla palla a due, spesso con vantaggi in doppia cifra. Nel finale, la stanchezza del terzo match in 8 giorni, ci ha fatto perdere fluidità offensiva e lucidità. Ma con Maggio fuori, Marzaioli, Visnjic, Matrone e Barsanti reduci dai problemi fisici dell’ultimo mese, era inevitabile. Da questo punto di vista, considerando che Barsanti, Visnjic e Marzaioli, i più esperti del gruppo, ci hanno oramai abituati a prestazioni di qualità, vorrei sottolineare la prestazione dei più giovani, di coloro che sono nati dal 94′ in giù, davvero straordinari per concretezza ed incisività. Bravi davvero, degli autentici giovani/vecchi. Ora siamo davvero artefici del nostro destino, perché possiamo, già a Valmontone, chiudere il conto, porre il sigillo ad una regular season, da incorniciare. Per fare ciò dovremo però pensare che non abbiamo ancora fatto nulla, credere fortemente nel blitz in terra laziale e dare sempre il 101%”.Paolo Amalfi

Comments

comments

Condivi il post su: