CASERTA. ADRIANA GIUSTI F.D.I. IN PIAZZA CONTRO CRIMINALITA’ ORGANIZZATA, MALTRATTAMENTO E MUTILAZIONI DI ANIMALI.

Campania Felix

21/05/2018

1.130 visualizzazioni

In Piazza Ruggiero si e’ tenuto un sit in di denuncia e protesta contro il grave fenomeno dei combattimenti dei cani che a quanto sembra si sta diffondendo in citta’ e nell’ intera Provincia. Ad organizzare la manifestazione la responsabile del dipartimento animali del coordinamento provinciale di Fratelli D’ Italia Adriana Giusti .Presenti Gimmi Cangiano responsabile coordinamento Regionale di Fratelli D’ italia , il capogruppo Consiliare di” Citta’ Futura “Enzo Bove e il capogruppo consiliare di” Caserta Popolare e Riformista” Pasquale Antonucci.

Sono intervenuti altresi’ il Sindaco di Caserta Carlo Marino ed il Vicesindaco con delega al canile municipale Franco De Michele.

Il Sindaco Marino dichiara che difronte ad una problematica cosi’ grave l’ amministrazione comunale mettera’ in campo tutte le risorse necessarie per fronteggiare un evidente fenomeno di illegalita’ collegato alla violazione dei diritti degli animali. Lo stato sociale si connota per la lotta delle istituzioni in nome della civilta’ e della tutela dei piu’ deboli , compresi gli animali”.

Pertanto, la legge 189 del 20 luglio 2004, cambia il presupposto giuridico della tutela degli animali, risultando ora leso, rispetto a prima ,il sentimento verso gli stessi e dispone il divieto di maltrattamento degli animali nonché l’impiego degli stessi in combattimenti clandestini o competizioni non autorizzate.

”La malvagità umana spesso non ha limite – afferma Adriana Giusti- la violenza inaudita di comportamenti perpetuati sugli animali é intollerabile. Nonostante la legge li tuteli, rimangono tutt’ora vittime della condotta deprecabile di ignobili individui o peggio della criminalità organizzata. La crudeltá su di essi, fa trasparire un atteggiamento di inequivocabile vigliaccheria e di assoluta indifferenza del dolore inflitto! I malfattori, che abusano gli animali sono quasi certamente, futuri killer, predatori di minori, stupratori. Sono persone senza morale, coscienza e dignità,dei mostri senza cuore, delle bestie”.

“A riprova di cio’- continua Adriana Giusti – il mese scorso nel vicino Comune di San Felice a Cancello, è stata ritrovata una giovane Pitbull di 18 mesi, all’interno di un sacco della spazzatura, in una condizione terrificante, versava in uno stato comatoso ed il suo corpo era straziato da molteplici ferite, lacerazioni e fratture. Soccorsa da volontarie meravigliose e trasferita presso la Clinica Veterinaria Casertana di San Nicola la Strada è stata curata con amore e professionalità, ma a nulla è servito. Kelly, così è stata chiamata, è deceduta. Non c’era più nulla da fare”.

Per comprendere e riflettere su questo fenomeno sono state fondamentali le dichiarazioni (testimonianze) di un pentito di camorra , membro di un clan delinquenziale, che organizzava combattimenti clandestini, rivelando tutti i terribili retroscena. Lo stesso racconta di come vengono addestrati i cani che devono affrontarsi, delle mutilazioni subite, delle angherie a cui vengono sottoposti, al digiuno forzato, per renderli quanto piú aggressivi,delle bestie sanguinarie

Parla anche dei gatti e dei cani, padronali e randagi,che vengono sottratti dalla strada e che diventano poi carne da macello. Racconta inoltre,di come la criminalita’ organizzata si disfa dei cani da combattimento troppo mal ridotti e quindi inservibili nella loro ottica: gli spezzano le zampe e li buttano ancora agonizzanti nei dirupi in aperta campagna, come pattume.

Il mondo delle scommesse clandestine , è cosa nota ,e’ gestito da gente priva di scrupoli,che si arricchisce sulla debolezza di persone malate,che vengono travolte dalla dipendenza che a tutti gli effetti è patologica.Le scommesse clandestine,come la droga, il gioco d’azzardo e l’ alcol creano dipendenza.Il più delle volte,dietro questa terribile piaga sociale, ci sono delle vere associazioni criminali.

Bisogna contrastare ogni forma di violenza-conclude infine la Giusti- i maltrattamenti, gli abusi o presunti tali, alle Autoritá competenti, non si può avallare questi atti esecrabili sugli animali. Si può denunciare anche in forma anonima, non è necessario dare le proprie generalità. Gli animali sono esseri indifesi e come tali vanno tutelati, essi sono stati riconosciuti come esseri senzienti, quindi provano emozioni e dolore. È necessario che si crei una forte sinergia, tra le Forze dell’ Ordine, il Servizio Vererinario, le Amministrazioni Comunali, quindi i Sindaci, la Stampa, i volontari animalisti ed i cittadini tutti, affinché coesi, si possa combattere ogni forma di violenza ed accanimento sugli animali.Chiedo ai Sindaci dei Comuni del Territorio Provinciale e nella fattispecie,la zona dei Comuni limitrofi a San Felice A Cancello, di attenzionare e combattere in modo acerrimo l’orribile crimine dei combattimenti clandestini dei cani. È superfluo dire,di che matrice sia l’ organizzazione criminale che gestisce questo business sanguinario.Fratelli d’Italia, ha molto a cuore le problematiche concernenti la tutela degli animali, difatti Giorgia Meloni, ha istituito il Dipartimento Nazionale del partito, per la loro tutela. Gimmi Cangiano, Responsabile Coordinamento Regionale, Enzo Pagano, Responsabile Coordinamento Provinciale, Stefano Mariano Consigliere Comunale ed io, siamo concordi nel condannare aspramente tutte le espressioni di maltrattamento,ferocia e crudeltà sugli animali e siamo fermamente convinti, che questi atti esecrabili debbano essere combattuti con il sistema Normativo delle leggi vigenti, ma anche con la collaborazione da parte di tutti i cittadini! Auspico una maggiore collaborazione per la tutela degli animali, affinchè non siano più vittime della malvagità umana!

Comments

comments

Condivi il post su: