FAMIGLIA, MEDICI CATTOLICI: VA CUSTODITA E DIFESA SABATO 26 CONVEGNO A CAVA DE’ TIRRENI

Campania Felix

24/11/2016

735 visualizzazioni

FAMIGLIA, MEDICI CATTOLICI: VA CUSTODITA E DIFESA
SABATO 26 CONVEGNO A CAVA DE’ TIRRENI
“E’ indubitabile che la realta’ del matrimonio e della famiglia attraversano una profonda crisi, alimentata dalla fragilita’ delle relazioni e dalla precarieta’ con cui e’ vissuto il vincolo e l’amore coniugale uomo-donna. La stessa vita affettiva, vissuta senza legami, subisce influenze e suggestioni da parte di un emozionalismo superficiale. Come medico ginecologo, poi, non posso sottacere che le varie tecniche della procreazione medicalmente assistita sollevano notevoli dubbi scientifici oltre che etici ed antropologici”.
Ad affermarlo, in una nota, e’ il prof. Filippo Maria Boscia, presidente nazionale dell’Associazione Medici cattolici italiani, nell’annunciare un convegno in programma sabato 26 novembre 2016 (ore 17) all’Hotel Holiday Inn di Cava de’ Tirreni (Salerno) su “Matrimonio, famiglia, sessualita’ – antropologia e bioetica della vita affettiva”, organizzato dalla sezione diocesana di Amalfi – Cava de’ Tirreni dell’Associazione.
Previste le relazioni del prof. Filippo Maria Boscia su “Aiutare i giovani a progettare la vita”, del teologo gesuita padre Domenico Marafioti, preside Pontificia Facolta’ Teologica dell’Italia Meridionale, su “Il sacramento del matrimonio. Antropologia e teologia”. Infine, il prof. Giuseppe Acocella, filosofo del diritto dell’Universita’ Federico II di Napoli relazionera’ su “Famiglia e Unioni civili”. Ad introdurre i lavori sara’ il dott. Giuseppe Battimelli, vicepresidente nazionale Amci, che aggiunge: “Il processo di secolarizzazione, i fattori sociali e culturali, il riferimento ad antropologie diverse, che hanno inciso anche su orientamenti legislativi e giurisprudenziali, hanno prodotto altre tipologie e modalita’ di convivenze diverse dal matrimonio e disgiunto in molti casi la relazione tra coniugalita’ e genitorialita’. Per quanto riguarda la sessualita’, la societa’ attuale sovente propone ai giovani un’informazione ludica e modelli dove prevalgono un individualismo e una malintesa liberta’, svincolata da qualsiasi riferimento ai valori fondativi della famiglia e della vita affettiva”

Comments

comments

Condivi il post su: