L’APPELLO DI TIZIANO FERRO: “STOP ALLE TORTURE E ALLA MACELLAZIONE DI CANI IN CINA.”

Campania Felix

22/06/2018

900 visualizzazioni

Tiziano Ferro lancia un appello in difesa degli animali, e chiede con urgenza di fermare il Festival della carne di cane a Yulin, in Cina. Aderendo alla campagna lanciata dall’Associazione Animalisti Italiani Onlus, il cantante ha postato un video sui social in cui spiega le proprie ragioni.

Ogni anno – spiega Ferro – nella festa nazionale di Yulin più di 10.000 cani vengono brutalmente torturati e uccisi e massacrati, e a causa delle povere condizioni igieniche, più di 3.000 persone muoiono di rabbia. Animalisti italiani ed io vi chiediamo di sostenere questa iniziativa e chiediamo soprattutto all’ambasciata cinese in Italia di aiutarci a fermare questa barbarie, perché la civiltà possa regnare“.

 

Per dare maggior slancio alla protesta, Animalisti Italiani ha organizzato un presidio davanti l’Ambasciata Cinese a Roma, mentre l’associazione Lav ha chiesto l’intervento del neo Ministro degli Esteri, Enzo Moavero. Intanto in Cina il Festival è ai nastri di partenza: nel corso della manifestazione, che ha inizio il giorno del solstizio d’estate, vengono macellati migliaia e migliaia di cani. La loro carne è ritenuta fonte di vigore, fortuna e salute. La Cina è attualmente uno dei pochi Paesi asiatici in cui è ancora possibile la pratica, già proibita in Taiwan, le Filippine, Singapore e Hong Kong.

Anna SMIMMO

Comments

comments

Condivi il post su: