Lutto nel mondo della Cisl: si è spento Giuseppe Genio, per anni segretario dei metalmeccanici della Fim Napoli

Campania Felix

29/07/2019

508 visualizzazioni

 

(Anna Smimmo) – Si è spento a Firenze Giuseppe Genio, sindacalista della Cisl di Napoli che per anni ha guidato la Fim, la categoria dei metalmeccanici. Nato a Pomigliano d’Arco nel 1941, Genio ha cominciato ​ la sua attività lavorativa negli anni ’70 ​ quando fu assunto dall’Alfa Sud, a quei tempi la più grande azienda metalmeccanica del Mezzogiorno. Viene eletto delegato della Fim Cisl nell’area impiegati. Proprio in quegli anni in cui si affermano ​ avvenimenti che hanno fatto la storia del sindacalismo confederale meridionale, assunse il ruolo di ​ promotore della valorizzazione della giustizia sociale, del lavoro, della crescita socio-economica dei lavoratori e dello sviluppo industriale di Napoli e del Sud. Nel 1973 Peppe (come lo chiamavano gli amici) diventa un operatore della Fim di Napoli ed ​ insieme ad altri giovani nel giro di pochi anni, avrebbe raccolto l’eredità del precedente gruppo dirigente della Fim partenopea. ​ E’ stato Segretario Generale della ​ Fim di Napoli nel ‘77 e successivamente, con lo scioglimento dei comprensori e con la costituzione della Provincia, diviene Segretario provinciale. Per le sue grandi capacità professionali fu eletto segretario della Cisl di Napoli. Genio è stato un dirigente di forte spessore politico, soprattutto nella costruzione di rapporti umani, umile, pronto ad aiutare tutti, con ​ una spiccata affettuosità verso i compagni e particolarmente verso i lavoratori che lo vedevano quasi come un padre di famiglia, oltre che loro mentore per ​ preparazione e ​ competenza. Stimato ed apprezzato sia nelle Istituzioni che nel mondo imprenditoriale, ​ ha partecipato alla firma di ​ importanti accordi, prima con la Intersind ( l’associazione sindacale delle aziende a partecipazione statale) e poi con Confindustria su tante vertenze e protocolli. E’ stato il promotore del primo Contratto d’area torrese- stabese. Ha dato, inoltre, ​ un grande contributo anche all’ Ufficio Studi della Cisl nazionale avviando ​ diverse generazioni di giovani sindacalisti. Da anni si era trasferito a Firenze, ma sempre presente ai tanti ​ appuntamenti della Cisl a Napoli. ​ La Fim e la Cisl di Napoli e della Campania sono vicini alla moglie Franca in questo difficile momento.

Comments

comments

Condivi il post su: