Napoli: Carabinieri impegnati nei controlli notturni anti-assembramento. 104 le sanzioni contestate

Campania Felix

14/03/2021

163 visualizzazioni

Il Comando Provinciale Carabinieri di Napoli ha intensificato i controlli per questo weekend non ancora terminato. Messe a setaccio le zone della movida cittadina, presidiate le piazze ed i punti che solitamente erano maggiormente frequentati.
I Carabinieri hanno incentrato maggiormente i controlli nel centro storico, nel quartiere vomero e nella zona collinare di bagnoli. L’orario notturno è stato quello maggiormente presidiato.
Le operazioni sono proseguite fino all’alba, i Carabinieri del Comando Provinciale, hanno sanzionato in totale 104 persone che non hanno rispettato le norme anti-contagio.
I Carabinieri della compagnia Vomero insieme a quelli del reggimento campania hanno identificato 80 persone. Durante i controlli anti-covid sono stati 16 i ragazzi sanzionati perché trovati in giro dopo l’orario consentito. A via monte di dio i Carabinieri della compagnia napoli centro hanno sorpreso alle 2 di notte – fuori dall’orario consentito dalle normative anti contagio – 5 ragazzi che non indossavano a mascherina.
Controlli che comunque hanno riguardato anche gli altri aspetti non meno importanti come la lotta all’illegalità diffusa.
I carabinieri hanno infatti denunciato anche il titolare di un esercizio commerciale del vomero dove all’interno c’erano 3 lavoratori a “nero”. Denunciati anche 2 parcheggiatori abusivi.
Per quanto riguarda il fenomeno dei parcheggiatori abusivi in queste ore l’INPS – a seguito degli accertamenti del nucleo operativo dei carabinieri della compagnia del vomero – ha comunicato la revoca del reddito di cittadinanza a 4 persone.
Gli interessati – di età compresa tra i 50 e i 60 anni – erano stati trovati più volte mentre svolgevano l’attività di parcheggiatore abusivo nelle aree ospedaliere e commerciali dei quartieri vomero, arenella e Chiaiano.
I controlli continueranno per tutta la giornata.
Sala Stampa – Comando Provinciale Carabinieri di Napoli

Comments

comments

Condivi il post su: