Nuovi scenari per i ricercatori degli istituti zooprofilattici contenuti nel milleproroghe

Campania Felix

08/01/2020

45 visualizzazioni

Con la firma del decreto Milleproroghe da parte del Presidente Mattarella si aprono nuovi scenari per i ricercatori che operano nel sistema dei dieci Istituti Zooprofilattici Sperimentali italiani”, lo dichiarano i nove direttori generali degli IIZZSS ed il loro coordinatore, Antonio Limone, Direttore Generale dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno.​

Il decreto, infatti, prevede, per la stabilizzazione dei precari, che chi abbia maturato almeno 3 anni di servizio negli ultimi sette possa essere assunto con contratto di lavoro a tempo determinato.​

“A questo – proseguono – si aggiunge anche il regolamento pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 3 gennaio scorso che disciplina le modalità ed i criteri per la valutazione annuale del personale per l’eventuale rinnovo del contratto di lavoro a conclusione dei primi cinque anni di servizio”.​

“Si tratta di atti importanti che dimostrano l’attenzione del Ministro della Salute, Roberto Speranza, alle problematiche del comparto e la sua volontà di superare gli ostacoli legati al precariato per garantire agli Enti che rappresentiamo risorse umane necessarie per portare avanti interventi di sanità di prevenzione e di ricerca a tutela della salute pubblica”, concludono.

Comments

comments

Condivi il post su: