Riunione Caritas post covid. I volontari aderiscono al progetto “Castel Volturno Vivila”

Campania Felix

28/06/2020

116 visualizzazioni

“Dopo il periodo di emergenza determinato dal covid 19, sembrava opportuno ringraziare tutti i volontari della Caritas di Santa Maria del Mare di Pinetamare, che hanno messo a disposizione le loro forze, mettendo a rischio la vita per aiutare il prossimo.”Questo quanto dichiarato da Cesare Diana, volontario ed ex consigliere castellano, a margine della cena di ringraziamento tenuta ieri sera presso la pizzeria ‘Anema e Core’ di Pinetamare.

“Sono state raggiunte circa 680 famiglie – ha precisato – e questo per noi è il risultato più grande. È stata un’esperienza bellissima, ognuno ha partecipato come poteva, con una telefonata di conforto o materialmente con l’acquisto di viveri e medicinali. Castellani ed extracomunitari hanno contribuito spontaneamente e senza distinzione di alcuna sorta, per il bene della comunità e in un clima di totale solidarietà. Tutto questo è stato possibile grazie a Don Antonio Palazzo, che ha messo a disposizione la struttura di Santa Maria del Mare ed ha partecipato, insieme ai volontari, economicamente per reperire le derrate alimentari necessarie per far fronte alle esigenze e alle richieste delle famiglie.”

“Alla fine abbiamo vinto, perché tutti insieme ci siamo ritrovati e seduti intorno ad un tavolo per festeggiare la vita. Siamo riusciti contro tutti e tutto a prestare soccorso, in un periodo in cui uscire di casa significava correre il rischio di morire. Non potevamo non rispondere alle richieste di aiuto delle famiglie in difficoltà, non potevamo non dare assistenza alle persone che avevano bisogno. Purtroppo eravamo soli senza il supporto delle autorità locali, ma siamo comunque riusciti a portare avanti il nostro obiettivo solidale. Noi volontari – ha concluso Diana – adesso abbiamo una nuova sfida che si chiama “Castel Volturno Vivila”. Un progetto di speranza che punta a riappropriarsi di un territorio abbandonato a se stesso, con uno spirito di fratellanza e di fattiva collaborazione”.

Comments

comments

Condivi il post su: