Whirlpool: Apetino e Buonavita (Cisl), no ad incontro interlocutorio ma risposte chiare e garanzie occupazionali

Campania Felix

21/12/2020

67 visualizzazioni

 

 

“Riteniamo fondamentale che l’incontro di domani, lunedì 21 dicembre in videoconferenza con il ministero dello Sviluppo Economico e del Lavoro, la Regione Campania e l’azienda, richiesto più volte dalle organizzazioni sindacali, non sia un ennesimo momento interlocutorio o come avvenuto in passato che il governo ricerchi soluzioni che non hanno consistenza industriale. Bensì ci aspettiamo che stavolta si gettino davvero le basi affinché si possa mettere fine ad annosa vertenza che dura ormai dal oltre due anni”.   E’ quanto affermano Doriana Buonavita e Raffaele Apetino, rispettivamente segretari generali della Cisl e Fim Campania.

“La situazione di incertezza e di mancanza di prospettiva produttiva sta gettando sempre di più nello sconforto non solo i 357 lavoratori del sito partenopeo ma sta generando forti insicurezze anche nei lavoratori Whirlpool di Caserta che a distanza di 5 anni non vedono ancora partire il progetto di reindustrializzazione che avrebbe consentito alle maestranze di uscire dal guado della cassa integrazione. Il giorno 31 dicembre, inoltre, è l’ultimo giorno in cui i lavoratori del sito di Napoli saranno coperti da retribuzione e pertanto sarà necessario che dall’incontro con il Governo venga garantito in primis il reddito alle lavoratrici e i lavoratori per i prossimi mesi, ma allo stesso tempo che si creino le condizioni per mantenere il lavoro a Napoli e in Campania, una delle regioni italiane che già sta pagando a caro prezzo dal punto di vista industriale  i drammatici effetti della pandemia. Auspichiamo che gli oltre 50 giorni dall’ultima riunione con il Premier Conte siano davvero serviti per una soluzione positiva della vertenza.  Come Fim e Cisl continueremo ad essere al fianco delle lavoratrici e dei lavoratori di Whirlpool, senza arretrare di un centimetro fino a quando non arriveremo alla soluzione concreta di questa drammatica vertenza”.

 

 

Comments

comments

Condivi il post su: