Assessore palma replica a arienzo ( pd ) e carfagna ( Fi )

Campania Felix

16/04/2017

911 visualizzazioni

“In merito alle dichiarazioni rilasciate alle agenzie di stampa da parte del capogruppo PD e quelle dell’On. Carfagna vanno fatte alcune precisazioni in quanto alcune di esse, soprattutto  quelle relative al mancato impegno verso ANM, potrebbero generare uno strumentale quanto infondato panico tra le lavoratrici ed i lavoratori della nostra partecipata che hanno salutato con favore l’approvazione del Piano industriale.
Sfugge al capogruppo l’intera impostazione che si è data quest’Amministrazione che vede finalmente la capogruppo, la Napoli Holding SpA, svolgere quel ruolo fondante la sua stessa esistenza, attraverso la gestione di servizi intermedi, la funzione finanziaria, la funzione di Agenzia del Trasporto e, a breve, la gestione delle Entrate e delle Riscossioni.
Pensare di aver approvato il Piano industriale per il risanamento ed il rilancio di ANM e poi, immediatamente dopo disattenderlo, sarebbe quanto meno singolare oltre che irresponsabile.
Vorrei tranquillizzare innanzitutto le lavoratrici ed i lavoratori, in quanto la nostra programmazione verso ANM, così come verso tutte le altre partecipate resta immutata e rispettosa degli impegni presi, ma con il 2017 entra finalmente in una gestione attiva la nostra holding, a cui saranno conferite anche le partecipazioni di Napoli Servizi ed Asia.
Sul giudizio poi dato dall’On Carfagna sull’opportunità di dichiarare il dissesto, mi chiedo se si abbia una reale cognizione delle norme attuali che regolano il dissesto e le ricadute delle stesse avrebbero comportato in una città come Napoli, dove i servizi si sarebbero ridotti al minimo, in barba alle tante richieste, che la stessa opposizione fa,  di garantire servizi sociali con risorse del bilancio comunale, sebbene gli stessi servizi, molto spesso, non sarebbero nemmeno di competenza del Comune, bensì di altri Enti, su cui l’Amministrazione comunale interviene per motivi di responsabilità.
Le criticità mai nascoste per un piano risanamento avviato responsabilmente ma poi appesantito da nuove norme e da progressivi tagli ai trasferimenti inaspettati, non fermano la volontà di quest’Amministrazione di non cedere a facili soluzioni che, se guardate e valutate con occhio responsabile, se ne percepirebbe chiaramente il loro impatto esiziale.”
È il commento di Salvatore Palma,Assessore al bilancio

Comments

comments

Condivi il post su: