Cl Psi DV. In attesa di sapere se Lorenzin vuole salvare la sanità campana, arrivano due buone notizie

Campania Felix

04/04/2017

676 visualizzazioni

Cl Psi DV. In attesa di sapere se Lorenzin vuole salvare la sanità campana, arrivano due buone notizie per il riparto dei fondi e per la lotta ai truffatori
“Oggi due buone notizie per la sanità campana che ci fanno sperare per il futuro, nonostante continui l’incertezza legata alla presenza di un commissario dimissionario e di un vice con doppio incarico”.
Lo ha detto il presidente del gruppo consiliare Campania libera, Psi e Davvero Verdi, Francesco Emilio Borrelli, componente della Commissione sanità, per il quale “il fatto che il presidente della Regione Liguria, Toti, sia disposto a rivedere i criteri di ripartizione del fondo sanitario e la decisione dei rappresentanti sindacali del Loreto mare di annullare le iniziative previste per protestare contro le misure antifurbetti adottate nell’ospedale sono due elementi da cui ripartire, con maggiore fiducia”.
“Per la questione del riparto del fondo sanitario, è importante che ci sia un’apertura proprio da parte del Presidente della Regione che, più di ogni altra, è favorita dal criterio della distribuzione sulla base dell’età media dei residenti e ci auguriamo che la Lega non metta ostacoli a una rivisitazione dei criteri, come ha già fatto in passato” ha sottolineato Borrelli aggiungendo che “per quanto riguarda invece i sindacati del Loreto mare, hanno dimostrato buon senso mettendo da parte iniziative che potevano sembrare davvero fuori luogo, al di là della difesa dei diritti dei lavoratori onesti che vanno tutelati e non certo disattesi per colpa di chi non ha fatto il proprio dovere truffando lo Stato”.
“Aspettiamo, intanto, dal ministro Lorenzin di sapere se vuole ridare ai campani una sanità degna di questo nome visto che, come ha certificato lei stessa, da quando c’è il commissariamento la situazione è peggiorata al punto che non sono neanche garantiti i livelli essenziali di assistenza” ha concluso Borrelli per il quale “il commissariato affidato a persone che non conoscono la realtà campana e che non possono essere giudicate dai cittadini non ha di certo migliorato la situazione, anzi l’ha decisamente peggiorata e quindi ribadiamo la richiesta al Ministro di affidare al Presidente della Regione l’incarico, come prescrive la legge”.

Comments

comments

Condivi il post su: