Fiadel-CSA: il Consiglio Nazionale appoggia la creazione di un nuovo movimento politico  

Campania Felix

02/04/2017

860 visualizzazioni

 

Il Consiglio Nazionale di Fiadel e CSA, organizzazioni che nel loro insieme rappresentano l’unico sindacato autonomo italiano di rappresentanza dei lavoratori del comparto delle Funzioni Locali e dell’Igiene Ambientale, nel meeting tenutosi a Chianciano il 30/31 marzo e 1° aprile, ha approvato la proposta del Segretario Generale Francesco Garofalo di dar vita a un movimento politico sociale a tutela dei valori costituzionali, delle aziende pubbliche e privarìte, delle autonomie locali e dei lavoratori stessi, il cui programma, condiviso con le linee poliche del Movimento DeMa di Luigi De Magistris, punta al rafforzamento delle rivendicazioni sindacali.

 

Il Consiglio Nazionale Fiadel-Csa, conclusosi oggi a Chianciano dopo tre giorni di intenso lavoro, ha vissuto ieri la sua giornata clou con la relazione del Segretario Generale Garofalo e il saluto in video del Sindaco di Napoli Luigi De Magistris.

Per Francesco Garofalo è stato un plebiscito: i circa 250 consiglieri nazionali convenuti in Toscana hanno espresso vivo apprezzamento per il lavoro svolto dalla Segreteria Generale in questi ultimi 12 mesi, ma soprattutto hanno avallato in pieno la linea politica che egli ha intrapreso e continuerà a perseguire, sulla scia della campagna per il NO al referendum costituzionale.

Il successo del 4 dicembre è stato un autentico punto di svolta per Fiadel e Csa, che nel contrastare gli abusi e i soprusi che si sarebbero perpetrati qualora il decreto Renzi/Boschi avesse avuto il via libera, hanno avvertito la necessità di autodeterminarsi, e quindi di non dover più sottostare ai soprusi della politica e dei sindacati confederali.

“Poiché, come organizzazioni sindacali, non abbiamo la forza di cambiare le cose – ha detto Garofalo – l’unica strada è quella di dar vita ad una aggregazione politica, basata su principi di eguaglianza, democraticità, rispetto dei valori costituzionali e potenziamento delle autonomie locali, in cui si parli prevalentemente di lavoro, contratti, rappresentanza sindacale e di giovani”.

Un pensiero che è pienamente condiviso dal Sindaco di Napoli Luigi De Magistris, il quale, non potendo essere presente a Chianciano, ha fatto pervenire un filmato nel quale ha messo in risalto i principi cardine della “nuova politica” che, insieme, si tenterà di proporre. Interlocutori seri e affidabili come Fiadel e CSA, ha detto il Sindaco, sono importanti per poter dialogare in maniera costruttiva sui grandi temi che attraversano il nostro Paese e per cercare di ridare ai cittadini, ai lavoratori e lavoratrici la speranza e la fiducia nel futuro.

Nelle conclusioni, il Consiglio Nazionale ha avallato linee politiche e sindacali proiettate a una maggiore efficienza nei confronti di tutti i lavoratori e lavoratrici del Paese, e ha insistito con forza sul fatto che a partire dalle prossime elezioni RSU Fiadel e CSA dovranno puntare a una maggiore rappresentatività.

 

 

Comments

comments

Condivi il post su: