Napoli- Lucio incontra Lucio all’Augusteo

Campania Felix

26/03/2019

708 visualizzazioni

NAPOLI- (Anna Smimmo)- “Il Mattatore” Sebastiano Somma in doppia veste di regista e narratore magico delle storie di vita e di musica dei due giganti Lucio Dalla e Lucio Battisti .

Lo spettacolo, scritto dal bravo Liberato Santarpino e diretto con classe e maestria dall’eclettico Sebastiano Somma , ha miscelato con grande gusto i racconti del vissuto dei due artisti e della loro intramontabile musica. Il pubblico è stato trascinato dal bravo Sebastiano Somma in continue emozioni e ritmi irrefrenabili sia per la scorrevolezza della sua narrazione sia per le belle voci dei suoi quattro giovani cantanti, Alfina Scorza, Elsa Baldini, Paola Forleo, Francesco Curcio nonché del suo formidabile gruppo di musicisti formato da Sandro Deidda al sassofono, Guglielmo Guglielmi al pianoforte, Aldo Vigorito al contrabbasso, Giuseppe La Pusata alla batteria, ed infine Lorenzo Guastaferro al vibrafono e percussioni.

La musica è stata indiscutibilmente la protagonista della serata ma, Sebastiano Somma, con elegante discrezione, ha impersonato sia il grande Battisti che il grande Dalla nell’espressione del loro pensiero e dei loro vissuti, mentre sullo sfondo, si sono materializzati con belle immagini e video, i due indimenticati artisti a sostegno del bel racconto del bravo Sebastiano Somma che con delicati e preziosi interventi, individua e narra alcuni passaggi significativi della vita dei due Lucio. La forza creativa delle due ”Star” della musica si alimentava a contatto con la gente come testimoniano i numerosi concerti e la loro continua ricerca di collaborazioni stimolanti. Mai però i due artisti sono riusciti a suonare o cantare insieme, quando Dalla ad una cena ha proposto a Battisti un comune progetto ,lo stesso Battisti avendo intrapreso un percorso musicale diverso di nuova ricerca e rinnovamento, ha rifiutato con dispiacere la proposta di Lucio Dalla, dicendogli a fine cena, “dai paga il conto che andiamo via”.

Grande serata per il pubblico.

 

Foto a cura di Pino Attanasio.

Comments

comments

Condivi il post su: