BASKET SERIE B-GE.VI. CUORE NAPOLI. SCOPPIA LA “GRANA PALABARBUTO”

Campania Felix

21/04/2017

1.647 visualizzazioni

BASKET SERIE B-GE.VI. CUORE NAPOLI. SCOPPIA LA “GRANA PALABARBUTO”, INDISPONIBILE PER  GARA-5 DELLA SEMIFINALE PLAYOFF E LE PRIME DUE GARE DELLA FINALE.SI CERCA UNA SOLUZIONE.

di Paolo Amalfi

La capolista Generazione Vincente Cuore Napoli, si prepara all’ultimo impegno della stagione regolare del girone C del campionato di serie B di basket maschile, previsto per domani alle 20.30 sul parquet della Luiss Roma e che arbitreranno i signori, Bonetti di Ferrara e Ugolini di Forli’.La squadra romana universitaria, guidata da coach Paccarie’ e dei vari, Scuderi, Marcon, Ramenghi, Beretta, De Dominicis e Bonaccorso, e’ fra le rivelazioni del campionato e all’ottavo posto della classifica, in piena zona playoff, ma reduce dallo stop nel derby con il Palestrina. Domenica 30 aprile, invece, scatteranno i quarti di finale playoff, dove la Generazione Vincente Napoli, dovrebbe affrontare la formazione giunta ottava nel girone D, Senigallia o piu’ probabilmente Porto Sant’Elpidio, al meglio delle tre partite, con gara-1 e l’eventuale gara-3 fra le mura amiche. Per il confronto di domani con i capitolini, dovrebbe recuperare l’esterno Rappoccio, assente nella partita interna vinta sabato scorso dagli azzurri sulla Vis Nova Roma, per una leggera distorsione ad una caviglia: ancora in forse, invece, la presenza di capitan Maggio, che prosegue il lavoro differenziato in palestra e le cure di riabilitazione presso lo Studio Delos. Intanto, scoppia un’altra “grana PalaBarbuto”: l’impianto flegreo non sara’ disponibile dal 22 al 30 maggio, in occasione dell’eventuale e decisiva gara-5 delle semifinali playoff e delle prime due gare della finale playoff, per la squadra partenopea cara a patron Ciro Ruggiero. In quel periodo infatti, il Comune di Napoli, proprietario dell’impianto, ha concesso la struttura ad un torneo internazionale di pallavolo: lo stesso Comune di Napoli, si sta adoperando per trovare una soluzione al problema, attraverso l’assessore allo sport Borriello in contatto con la Fip regionale e nazionale e la federazione volley, cercando il modo migliore per conciliare gli eventi sportivi e farli disputare tutti nella struttura in viale Giochi del Mediterraneo. La societa’ partenopea, in caso di evoluzione negativa del problema (che nessuno si augura), sarebbe infatti costretta ad un trasferimento in una struttura fuori provincia e agibile per 1500 posti o a giocare a Casalnuovo, con una capienza piu’ limitata. Ieri, intanto, proprio capitan Roberto Maggio, a nome della squadra, ha affermato in merito alla spinosa questione: “Parlo a nome dei miei compagni: da poche ore siamo venuti a conoscenza del problema Palabarbuto. Senza dilungarmi troppo in parole inutili, siamo molto delusi, davvero: abbiamo fatto tanto per guadagnarci i playoff e la possibilita’ di giocare le partite decisive sul parquet amico, portando in alto il nome di Napoli e sarebbe davvero un peccato non poter avere i nostri tifosi a sostenerci in massa: speriamo ancora che si possa trovare una soluzione e di poter usufruire della nostra casa che e’ il PalaBarbuto.”Paolo Amalfi

Comments

comments

Condivi il post su: