118, FICCO (SAUES): SU INDENNITÀ MEDICI EMERGENZA REGIONE INTERVENGA

Campania Felix

12/04/2021

154 visualizzazioni

 

“Prendiamo atto, non senza soddisfazione, di come in Campania, a differenza di quanto accade in Calabria la Regione abbia sospeso le procedure di recupero delle indennità regionali versate ai medici convenzionati di emergenza territoriale onorando dunque l’impegno assunto nella riunione con l’intersindacale svoltasi il 24 marzo scorso su convocazione della Prefettura di Napoli. Ci aspettiamo, adesso, che si provveda celermente al riconoscimento e dunque all’erogazione della stessa”.

Lo afferma il presidente nazionale del Saues, sindacato autonomo urgenza emergenza sanitaria, Paolo Ficco.

“La reintegrazione di questa legittima remunerazione oraria aggiuntiva – aggiunge il presidente del Saues – è un atto dovuto, ancor più alla luce dell’autorevole parere pro veritate del presidente Francesco Iacone”.

Secondo Ficco “l’immobilismo della Regione Campania su questo fronte è oltretutto inopportuno visto che a breve verranno assegnati gli incarichi nelle attività di Continuità Assistenziale e di Assistenza Primaria e che molti dei medici convenzionati di emergenza territoriale sembrerebbero orientati ad optarvi lasciando così sguarnite le postazioni SAUT con tutto quel che ne conseguirà in termini di sovraccarico di lavoro per i medici dipendenti che saranno chiamati a svolgere ulteriori turni in regime di lavoro straordinario”.

“La demedicalizzazione delle ambulanze e il disservizio all’utenza dei Pronto Soccorso saranno inevitabili. Dal governatore De Luca ci aspettiamo un atto di buon senso”, conclude il presidente del Saues.

Napoli, 11 aprile 2021

Comments

comments

Condivi il post su: